Kimi Raikkonen a partire ultimo non è abituato. E' uno che ha vinto un titolo mondiale, 21 Gp ed è salito 103 volte sul podio. Ha debuttato in F1 nel 2001, ma mai si era ritrovato a vivere una situazione come quella di oggi con l'Alfa Romeo, eliminata per la sesta volta consecutiva con entrambe le sue vetture in Q1. E Kimi per la seconda volta negli ultimi tre Gp ha chiuso all'ultimo posto in qualifica. Mai gli era successo prima di finire ultimo nelle prove ufficiali prima di quest'anno se si escludono le volte in cui ha patito problemi tecnici.

Vettel: "Sembra che andiamo contro un muro"

"La solita m***!"

La pazienza ha un limite ed il suo Raikkonen lo ha superato, sbottando nelle interviste post-gara: "Semplice, siamo troppo lenti. Possiamo essere due o tre posizioni avanti o dietro, ma non fa un ca**o di differenza, a quanto pare gli altri riescono a migliorare molto dalle prove del mattino alle qualifiche. Noi siamo dove siamo, vedremo come andrà  domani. Il motore non è al 100%, non è quello che vorremmo che fosse, ma questa non è sicuramente l’unica ragione per cui andiamo così. Ci serve più carico, dobbiamo migliorare ovunque. Cosa mi aspetto dalla gara? Probabilmente la stessa m***a di prima, non abbiamo ritmo, abbiamo fatto qualche miglioramento qua e là, ma siamo ancora troppo lenti".

Bottas: "Sensazione speciale"