Quando proprio qui, a Barcellona, nei test di febbraio la Racing Point svelò la Rp20 la macchina fu subito ribattezzata "Mercedes rosa", con lo stupore di tutti. Poco meno di sei mesi dopo siamo ancora qui a parlarne, con una questione che sembra difficile da risolvere, ma sulla quale il team principal della Renault Cyril Abiteboul vorrebbe immediata chiarezza.

Gp Spagna, così nelle Fp1

Regole sportive e regole tecniche

Il punto è che la Racing Point ha infranto il regolamento sportivo (ha cioè riproposto un componente di un'altra vettura, un componente che fino al 2019 poteva essere acquistato da un competitor, ma che da quest'anno deve essere progettato in autonomia), ma non quello tecnico, dal momento che le forme dei condotti freni rientrano ampiamente dentro le regole. Una differenza non banale, che può spiegare, in parte, il perché di una punizione non severa.

Vettel: "Amo questo lavoro, voglio vincere ancora"

L'esempio di Suzuka 2019

Abiteboul tuttavia vuole che la Federazione sia più chiara possibile: "Viste le punizioni date in passato ci aspettiamo una consistente sanzione, il punto focale della questione è che noi lo scorso anno a Suzuka (tra l'altro su azione legale della stessa Racing Point, ndr) abbiamo accettato la penalità quando abbiamo infranto le regole sportive e non quelle tecniche, venendo esclusi dall'evento e dunque perdendo tutti i punti. Non ci furono sconti per la Renault e non so perché ci dovrebbero esserne per la Racing Point. Dovrebbero perdere tutti i punti degli appuntamenti nei quali abbiamo protestato".

Leclerc: "Sarà una gara difficile per noi"

Situazione imbarazzante

Abiteboul poi ha proseguito: "Ci ritroveremo in una situazione alquanto strana quando dopo ogni singola gara Otmar Szafnauer (team principal Racing Point, ndr)verrà chiamato dai commissari, i suoi condotti freni sanno simili a come erano senza essere cambiati e riceverà di nuovo una reprimenda. C'è la possibilità di andare incontro a 10 gare, o qualcosa di simile, nelle quali le sue vetture avranno una reprimenda. E' una situazione un po' strana riguardo alla quale penso ci vorrebbe un po' di chiarezza in più. Non è necessario dire che verranno esclusi dalla stagione ma da un punto di vista della comunicazione, per i tifosi e per il pubblico, dovrebbe essere spiegato perché una macchina che in qualche modo è in infrazione riceverà una reprimenda ma può comunque prendere parte al campionato mantenendo il diritto di prendere punti, penso sia un po' imbarazzante".