Todt sponsorizza il ritorno dela F1 a Indy

Todt sponsorizza il ritorno dela F1 a Indy© LAT Images

La possibilità che la Formula 1 torni a Indianapolis è un progetto sul quale Penske e Liberty Media discutono. Todt celebra gli investimenti prodotti dalla nuova proprietà sull'impianto della 500 Miglia

F.P.

25 agosto 2020

Il coronavirus ha costretto a sostituire alcune logiche, ripiegare su un campionato di chiaro stampo europeo per i circuiti sui quali farà tappa la Formula 1. Questione di limiti e difficoltà negli spostamenti intercontinentali ti riportano sulla scena una Imola sempre nel cuore, un Mugello inedito in calendario quanto una Portimao, fino al ritorno del Nurburgring.

Sterzi a parte: Sato & Alonso, ovvero Honda crea e distrugge

Logiche di un’espansione globale del mondiale che torneranno con il pieno ritorno alle consuetudini, di un business che deve ampliare la presenza negli Stati Uniti oltre l’appuntamento di Austin e le prospettive di un GP a Miami. Così, nei mesi scorsi, l’ipotesi di un ritorno della Formula 1 a Indianapolis, concreta, un progetto coltivato da Roger Penske e da materializzare nel giro di tre anni.

La mano di Roger Penske

Presente alla 500 Miglia di domenica scorsa, il presidente Jean Todt ha supportato una candidatura intorno alla quale saranno le trattative con Liberty Media a definire o meno un accordo per un GP a Indy, l’ultima volta nel 2007. Un ritorno definito molto positivo, qualora avvenisse.

“Ho avuto l’opportunità di essere qui con la Formula 1 quando dirigevo la Ferrari. Nel 2005 fu difficile per i problemi avuti con le gomme, però era un circuito interessante”, le parole riportate da Racer.com.

Nelle vesti di presidente della FIA ero entusiasta di venire qui e manifestare un segno di rispetto per tutto ciò che stanno facendo di questi tempi.

Vedere tutto il lavoro fatto da quando Roger Penske ha rilevato l’impianto lo scorso gennaio, si è investito parecchio per rendere il circuito una delle migliori strutture da corsa al mondo. È la prima volta che seguirò la gara dal vivo, sarà avvincente e dà una sensazione diversa”.

500 Miglia di Indianapolis: Sato fa il bis, Alonso solo 20°

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi