Deluso ma consapevole di aver fatto tutto il possibile in un Gp del Belgio che ha visto sempre Hamilton e Bottas al comando. A Spa Max Verstappen si piazza ancora una volta sul terzo gradino del podio, senza mai aver provato ad attaccare le Mercedes stavolta. Un palcoscenico che dal Gp 70° Anniversario è sempre composto dai soliti tre nomi, che però si alternano nell'ordine di arrivo. 

Gp Belgio, Binotto: "Nessuna crisi ma siamo in tempesta, responsabilità è di tutti"

"Nulla di interessante oggi"

Compiere 44 giri vedendo sempre davanti le Mercedes non è stato affatto divertente per l'olandese della Red Bull che è secondo nella classifica piloti con 110 punti, a -47 da Lewis: "E' stata una gara un po' noiosa oggi. Non potevo fare molto di più e non c'è stato nulla di interessante oggi in pista. Ho provato a spingere in partenza ma poi verso la fine ho ppraticamente finito le gomme. Negli ultimi 8 giri ho semplicemente cercato di gestire per salvare la gomma anteriore. Non è stata una gara granchè divertente. Non avevo tanto grip con le medie e poi con le hard faticavo, cercando di a mettere pressione a Valtteri. Ma poi loro hanno aumentato la velocità e io non sono riuscito a tenere il loro ritmo. Una giornata un po' solitaria per me. 

Non so se sarei mai riuscito a superarli anche facendo un nuovo pit stop (con un Ricciardo così vicino che lo avrebbe superato, ndr) e con delle gomme nuove. Loro hanno una velocità di punta troppo alta, più della terza posizione non si poteva fare. Temevamo una foratura alla fine ma abbiamo scelto di gestire il tutto e portarla a casa così. Non è stata una gara soddisfacente ma alla fine va bene così. Meglio di niente. Ricciardo ha fatto il giro più veloce proprio al 44°? Si, è stata una sorpresa, non sono come ha fatto noi non avevamo più gomme. Per lui è stato un weekend positivo e l’ha sfruttato al massimo. Monza? Ci proveremo di nuovo e vedremo come andrà a finire”.