1 di 5

Hamilton, le scuse di chi vince troppo

Ormai domina talmente tanto che si scusa pure lui. “Immagino che non sia la miglior cosa per il pubblico, con due Mercedes sempre davanti...”. Come a sentirsi in imbarazzo per una superiorità, appunto, imbarazzante. Un sentirsi quasi in colpa per un dominio schiacciante, netto e senza storia. Del resto ci sono due macchine davanti a tutti, il problema è che sull'altra sale un onesto gregario, forte, anzi fortissimo in certe condizioni e su certe piste, ma alla lunga incapace di tenere il ritmo di uno come Lewis Hamilton. Il quale dopo 7 gare è già avanti di 47 punti su Verstappen e di 50 sul compagno di squadra, Bottas. Sono, arrotondando nel primo caso per eccesso e nel secondo per difetto, 7 punti guadagnati a gara su ciascuno. Quelli che, probabilmente non è un caso, separano una vittoria da un 2° posto. Come se Lewis grosso modo le avesse vinte tutte.

La speranza di un Bottas diverso o di una Red Bull più vicina per dare un po' di pepe al mondiale è destinata a rimanere tale, e Spa è stata solo l'ennesima conferma: in qualifica Bottas si è preso un altro mezzo secondo, in gara Max non ha potuto far altro che seguire da lontano le due W11, imprendibili anche per lui. Con un Lewis sempre più impegnato a lottare contro la storia ed i record piuttosto che con il presente (dopo aver battuto il record di chilometri condotti in testa, 24.144, l'inglese è a -2 successi dal record di Schumi: se vincesse anche a Monza salirebbe a 90, proprio come fece Schumi, con l'opportunità di fare 91 nel Gp numero 1000 per la Ferrari al Mugello), tanti altri grossi spunti di interesse per questo mondiale non ce ne sono. Non possono esserci, del resto, quando su una pista come Spa le Mercedes sul dritto possono permettersi anche di perdere qualcosa, salvo poi dare pappine a tutti nel secondo settore, quello più guidato. La regola che vieterà le mappataure più spinte in qualifiche da Monza, sarà probabilmente la riprova di una macchina che è troppo superiore a tutte le altre. Vedremo come andrà con la nuova normativa in qualifica, ma alzi la mano chi pensa che cambierà qualcosa.

Hamilton: "Squadra fantastica, fondamentale il via"

1 di 5