Un terzo posto, una seconda fila nella griglia di partenza che illumina di gioia Carlos Sainz Jr. E' lui che riporta la McLaren in cima alla griglia dell'Autodormo di Monza per il Gp d'Italia. Una favoloso 1'19"705 e un traguardo che mancava dal 2012 e da quella prima fila tutta di Hamilton e Button. 

Gp Italia qualifiche, Mekies: "Dobbiamo trovare soluzioni per il futuro"

Miglior pilota di giornata

Pilota del giorno senza dubbio. Unica nota dolce di questo sabato per i tifosi Ferrari che domani potranno ammirarlo bene e analizzare tutti i suoi punti di forza in un tracciato sempre speciale per tutti gli italiani e che appunto dalla prossima stagione sarà anche un po' più di Carlos. “Onestamente mi sono sentito molto forte fin dalle prove libere e poi anche oggi in qualifica - ha detto il futuro ferrarista -. Ho fatto un bel giro da subito e ho cercato poi di fare quel 19.6 che mi sarebbe valso un posto tra i primi cinque. Ho fatto un piccolo errore alla Lesmo 1 e ho quasi perso la macchina.

Sto tremando un pochino perché alla Parabolica e alla Ascari ho dovuto davvero volare. Come ho fatto? Ero un po’ solo in Curva 1 e 2 ma poi mi sono trovato nella posizione giusta nel secondo tentativo della Q3, anche se il giro non è iniziato molto bene. Avevo bisogno di fare davvero bene le ultime curve, ho rischiato molto e poi sono stato ripagato: sono qui. Mi sono tuffato nell’Ascari ed è andata bene. La gara di domani? Non penso potremo tenere il terzo posto, ma cercheremo di tenere duro. Pensavo che le Renault sarebbero state più veloci di noi, invece sono più indietro. Quindi vediamo”.