Dodici anni dopo, che si chiami Toro Rosso o AlphaTauri, è ancora Faenza a primeggiare sul mondo della F1 nel Gp d'Italia a Monza. Sebastian Vettel nel 2008, Pierre Gasly oggi, in una domenica storica.

Vettel: "Meglio non avere pubblico"

Pierre non ci crede

Secondo podio e prima vittoria per il francese (a proposito: un transalpino non vinceva un Gp da Monaco 1996, nella gara pazza che premiò Olivier Panis), che a fine gara ancora non ci crede: "E' incredibile, non mi rendo bene conto di quello che è successo. La gara è stata folle davvero, siamo riusciti a sfruttare al massimo la bandiera rossa, la macchina era veloce, ne avevamo altre veloci dietro di noi. Abbiamo attraversato così tante emozioni in questi 18 mesi. Al primo podio l’anno scorso mi sono detto wow, e invece ora la prima vittoria, qui a Monza. Fatico a rendermi conto, non ho davvero parole, questo team ha fatto tantissimo per me: mi ha dato la mia prima opportunità in F1, il mio primo podio e io ho dato loro la mia prima vittoria. Non posso descrivere quanto sono felice, non sono in grado di ringraziare abbastanza tutti, Alpha Tauri, Honda. E’ una giornata fantastica. E’ vero, sono il primo vincitore francese dal 1996, ho sempre detto da quand sono in F1 che avrei voluto cambiare questa cosa, ema non mi sarei aspettato che potesse arrivare adesso, con l’Alpha Tauri. Abbiamo lavorato per migliorare passo dopo passo e sono troppo felice".

Rivivi il Gp d'Italia: cronaca e foto