A soli 5 pole position dalla numero 100. Lewis Hamilton conquista anche le qualifiche del Gp Toscana Ferrari 1000, la  numero 95 (è la settima in questo Mondiale 2020 e la quarta che firma di seguito) con un tempo eccezionale al circuito del Mugello: 1'15"144. E anche qui segna un nuovo pazzesco record: 28 circuiti diversi in cui registra almeno una pole position.

Dopo un esordio così Lewis punta solo a migliorarsi domani in gara e magari scendere sotto il tempo di 1'15". Impresa che in queste qualifiche sembrava ad un passo: se non fosse stato per la bandiera gialla innestata da Ocon probabilmente ci sarebbe riuscito davvero. 

Qualifiche Gp Toscana, Vettel: "Non riesco a guidare la SF1000"

"Pista pazzesca e velocissima: è un weekend duro"

"E' un weekend molto molto lungo e molto duro se devo essere onesto. E' una pista formidabile, molto impegnativa. Avete visto Bottas è stato sempre davanti a me: da ieri mattina in Fp1 a oggi in Q1. Ho dovuto lavorare sodo per migliorarmi e studiare le traiettorie più performanti nei vari settori. Con i meccanici e gli ingegneri abbiamo fatto un lavoro straordinario. Alla fine sono riuscito a mettere a segno un giro straordinario, quello che mi serviva. E' qualcosa di speciale comuqnue quando mi spingo così al limite grazie a Valtteri.

Anche se il vento qui si è sentito troppo e non sono riuscito a migliorarmi. Non so se si riesce a vedere e intuire dalla tv quando la sequenza della curva 6-8 sia veloce. Le forze G sono folli, si toccano le 170 miglia orarie (più di 273 km/h), e crescono man mano che percorri le varie curve fino alla 10 con quelle doppie.  isogna cercare di crescere in velocità progressivamente.

Sono state qualifiche fantastiche. Valtteri ha fatto un grande lavoro, mi ha spinto al limite ma sono contento di essere davanti a lui”.

Qualifiche Gp Toscana, Bottas: "Una delusione, sono andato bene tutto il weekend"