1 di 4

Charles, difficile fare di più

Ecco gli spezzoni salienti di una corsa in cui Charles Leclerc è riuscito a portare a casa il 6° posto, il massimo che si può fare con questa Ferrari. Subito un brivido per Charles al primo giro con il contatto con Stroll, poi una gara solida ed una strategia giusta.

F: Ferrari; CL: Charles Leclerc

Cominciamo dalla partenza. Charles si avvia bene, si tiene fuori dai guai tra curva 2 e 3 ma arriva al contatto con la Racing Point in uscita da curva 4. Il monegasco non chiede niente riguardo alla macchina, segno che è abbastanza sicuro che sulla vettura vada tutto bene, come si evince dalla comunicazione quando viene chiamata in causa la safety car, spiegando solo l'incidente dal suo punto di vista

CL: E' stato come se Lance mi sia venuto addosso in uscita di curva
F: Safety car in pista, safety car in pista. Accendi la modalità di ricarica, stiamo controllando i dati, sembra tutto ok sulla macchina.
CL: Ricevuto

Alla ripartenza Leclerc mantiene l'8° posizione. Corsa lineare per il monegasco, senza sorpassi subìti né portati a casa, con Charles che risale la classifica solo in virtù delle soste dei piloti davanti a lui. Nel suo primo stint di gara, lungo 28 giri, le discussioni più importanti sono quelle riguardo alla strategia. Inizialmente il muretto gli suggerisce di girare sul passo dell'1'41”5, poi parlando della sosta Charles esprime qualche perplessità, salvo poi seguire il team, che a sua volta, in prossimità del pit-stop, invita il numero 16 a tenere un altro ritmo. In generale, poche parole e prevalentemente sul rettilineo principale, un giro dopo l'altro

F: - 3 rispetto ai dati che vedi sul volante (vuol dire che il pit-stop arriverà con tre tornate di anticipo rispetto a quanto indicato sul computer di bordo)
CL: Non capisco
F: Ricevuto. Il distacco da Kvyat dietro è di 3.3 secondi
CL: Sono d'accordo sul piano B, ma fammi capire, forse il piano B è troppo aggressivo (si possono fare solo ipotesi: forse per il Cavallino in piano B è una sosta in ritardo rispetto a quanto pattuito prima della corsa)
F: Ricevuto
F: Il giro di Kvyat dietro è di 40.7
CL: Fammi sapere in quanto devo girare
F: Ok, lo farò

Pochi istanti dopo infatti Xavier Marcos si apre nuovamente in radio e comunica al suo pilota il passo da tenere

F: Il target sul giro è di 40.5
CL: Ricevuto
F: Stai facendo un buon lavoro, abbiamo bisogno di 5 giri su questo passo, 40.5

Charles completa un giro

F: Stai facendo un buon lavoro, il tempo sul giro di Kvyat dietro è di 40.7

Leclerc passa di nuovo sul traguardo

F: Stai facendo un buon lavoro, continua a mantere questo ritmo, 40.5. Il tempo di Kvyat è di 40.6

Altro giro ancora

F: Il giro di Kvyat dietro è stato di 40.7

Verstappen, che ha da poco effettuato la sosta, passa Kvyat e rinviene alle spalle di Charles

F: La macchina dietro ora è quella di Verstappen, con gomme nuove. Il gap è di 3.3 secondi

Leclerc completa un altro giro

F: Multifunzione posizione 'Spark', Verstappen è a 2.1, con gomme nuove
F: Box adesso, box

Il monegasco torna in pista dietro a Ricciardo e davanti ad Ocon. Nonostante la penalità, Daniel riuscirà a salvare la quinta posizione, così come Leclerc riuscirà a mantenerla su Ocon. Poche emozioni da lì alla fine, con Charles che a fine gara è tutto sommato soddisfatto. Ecco il team radio dopo la bandiera a scacchi

F: P6, accendi la modalità di ricarica
CL: Ricevuto, congratulazioni. Voglio dire, era il massimo che potessimo fare oggi
F: Hai fatto un ottimo lavoro, buon lavoro anche con le gomme

Sterzi a parte: Da Sochi esce re soltanto Raikkonen

1 di 4