Dimentichiamoci del 2021 e puntiamo dritto al 2022. Più o meno così, Fernando Alonso, nel presentare il suo ritorno in Formula 1, con Renault che sarà Alpine dalla prossima stagione.

Competitivi per vincere lo saranno dal passaggio al nuovo regolamento tecnico, sperano a Enstone, dove Fernando ha fatto visita nei giorni che hanno preceduto il GP di Russia. Eppure, da Spa in avanti la RS20 ha mostrato una velocità inattesa, che potrebbe essere sufficiente per un 2021 nel quale correre a ridosso del podio, pronti ad approfittare delle opportunità. 

L'editoriale del Direttore: Domenicali la novità più bella

Probabilmente sarà nel box a Imola, così raccontava Nando lo scorso agosto, mentre sul ritorno al volante è Cyril Abiteboul a dare indicazioni su quelle che sono le opzioni disponibili.

Programma in fase di definizione

La giornata di test dopo il GP di Abu Dhabi è, da regolamento, pensata per schierare giovani piloti, rookie che non abbiano preso parte a più di 3 GP in carriera. Chiaramente fuori soglia, Fernando.

“Ci sono delle discussioni, ma dobbiamo anche dare il tempo ai nostri giovani della Academy. Dobbiamo anche pensare a questi giovani”, spiega Abiteboul sulla possibilità che Alonso giri ad Abu Dhabi.

Giri a favore di telecamera

“Siamo in una fase di costruzione del suo programma, sapevamo che sarebbe avvenuto nella seconda parte della stagione, perciò non abbiamo avuto fretta, lui aveva anche il programma Indycar da fare. Quindi, stiamo strutturando il programma, potrebbe essere composto di alcune sessioni con la macchina 2018 che potremmo fare.

Vorrebbe fare tra le due e le quattro giornate e stiamo esaminando questa cosa. La macchina sarà in Medio Oriente più tardi quest’anno per i nostri giovani piloti e potrebbero esserci dei filming day che non abbiamo ancora utilizzato”, approfondisce Abiteboul a Sky Sports.

Wolff: 'Cambio un po' di cose ma resterò team principal'

Il regolamento sui filming day prevede un limite al chilometraggio percorribile, 100 km con la monoposto dell’anno in corso, mentre tali limitazioni vengono meno con l’impiego di una macchina degli anni precedenti (perlomeno 2 prima della stagione attualmente in corso). In entrambi i casi i run vengono svolti con gomme Pirelli demo.

E l'Academy?

“Renault vorrebbe anche svolgere un po’ di riprese fintanto che siamo team Renault. Si parla anche, come riportato, del test a fine stagione, ma vogliamo essere ragionevoli nei confronti dei nostri giovani piloti; abbiamo Oscar che ha già vinto il campionato (Piastri, in F3; ndr), ci sono Christian e Guanyu anche nella mischia (Lundgaard e Zhou; ndr): stiamo provando a garantire un buon equilibrio tra Fernando, che vuole tornare al miglior livello possibile e la nostra academy di piloti”, ha proseguito Abiteboul.

Ferrari: Shwartzman apre il test a Fiorano, poi SF71H a Ilott e Schumacher