Non è la prima volta che l'argomento principale del giovedì di Lewis Hamilton non è la pista. La conferenza stampa del GP dell'Eifel non ha fatto eccezione, con il pilota della Mercedes interrogato sulla questione ambientale sollevata dall'imminente passaggio del GP del Brasile da Interlagos a Rio, dove dovrebbe essere disboscata una foresta per far spazio alla nuova pista.

GP Eifel, Verstappen sull'addio Honda: "Spero di non finire come Fred Flinstone"

Brasile, terra cara a Lewis

Hamilton al riguardo ha detto: "Prima di tutto amo il Brasile, penso una delle più grandi fette dei miei sostenitori sia proprio in Brasile. Il supporto che ho ricevuto lì nel corso degli anni è stato immenso. Speravo che non mi sarebbe stata fatta questa domanda, perché ultimamente la mia opinione è che il mondo non abbia bisogno di una nuova pista. Penso ci siano un sacco di circuiti che sono meravigliosi. Amo Interlagos, sono stato anche a Rio ed è un posto bellissimo".

Vettel tra le azioni Aston Martin e Schumi jr in F1

Ci sono già tanti problemi

Il sei volte campione del mondo ha proseguito: "Ho sentito che potrebbe trattarsi di una gara eco-sostenibile, ma la cosa più sostenibile che possano fare sarebbe quella di non abbattere alcun albero, in particolare in un tempo in cui stiamo combattendo una pandemia e continua ad esserci una crisi globale. Una deforestazione non penso sia una cosa intelligente. Non conosco la faccenda nei dettagli, ma non è qualcosa che personalmente supporto".

Allarme Covid-19, un positivo in casa Mercedes