L’abbigliamento è da chi si prepara a un week end a Garmisch, invece c’è il Nurburgring ad attendere. E Charles Leclerc aspetta un GP dell’Eifel che potrebbe riservare sorprese dalle condizioni meteo particolarissime: freddo e pioggia.

Il paradosso di una pista che, sul bagnato, darebbe minori problemi di gestione della gomma rispetto a condizioni di asciutto, nelle quali la finestra di funzionamento delle slick, con 9° C ambientali, appare una sfida estrema da centrare per le squadre.

GP Eifel, Vettel tra azioni Aston e un Mick Schumacher da F1

“Sembra come se dovessimo andare a sciare, questo week end. Sarà molto insidioso e rappresenterà una grande sfida per i piloti, anche per le squadre.

Mettere le gomme nella giusta finestra sarà molto molto difficile e, soprattutto, sì abbiamo faticato quando ha fatto freddo, qui è molto freddo, vedremo come la gestiremo.

Da piloti, le condizioni cambiano sempre, al momento è solo bagnato ma sono piuttosto convinto che nel corso del week end cambierà un po’. Renderà le cose più difficili ma sarà avvincente”, racconta.

Piccoli aggiornamenti per piccoli progressi 

L’evoluzione delle previsioni oscilla tra il rischio pioggia sempre più concreto al venerdì e in gara, mentre al sabato l’asfalto dovrebbe restare asciutto. Pista da alto carico il Nurburgring, sulla quale arrivano altri dettagli aerodinamici a modificare la SF1000. L’abbinata tra l’ala anteriore con il vecchio marciapiede e la nuova posteriore, sembra aver dato buoni riscontri in Russia, nel bilanciamento della macchina.

E’ alla politica dei piccoli progressi che Charles Leclerc guarda al momento, l’unica possibile con tutti i vincoli in vigore nello sviluppo del progetto tra 2020 e 2021. L’arrivo di aggiornamenti è positivo, è quel di cui abbiamo bisogno, abbiamo speso del tempo ad analizzare cosa fosse sbagliato in macchina, l’abbiamo capito e adesso stiamo arrivando con piccole soluzioni, gara dopo gara, che hanno fatto una piccola differenza in Russia.

Speriamo facciano un’altra piccola differenza qui e, se continueremo a lavorare nella giusta direzione, allora arriveranno presto risultati positivi”, analizza Charles.

GP Eifel, Hamilton: "No a Rio, ci sono già tanti bellissimi circuiti"

Le previsioni sul risultato al quale si potrà puntare domenica restano incerte ancor più del meteo: “Sinceramente non saprei cosa dire. Queste condizioni sono molto difficili, penso ci saranno sorprese”.