Dopo il caso di positività al coronavirus risultato nella giornata di giovedì in Mercedes, un altro caso è stato registrato in occasione della seconda tornata di tamponi ai quali sono stati sottoposti i componenti della squadra, sempre ieri.

C’è, poi, una terza persona sulla quale i test non hanno fornito un risultato “netto” di positività o meno, un po’ come accaduto con Sergio Perez al primo tampone svolto a Silverstone, prima che la ripetizione del test confermasse poi la positività.

Avvicendamento con il personale dall'Inghilterra

Con un post su Twitter, in Mercedes hanno spiegato il percorso seguito nel rispetto del protocollo medico definito dalla Federazione, rivelando la sostituzione del personale che è stato costretto all’isolamento a seguito dei controlli svolti al Nurburgring.

Ricciardo: 'Renault e Red Bull possono tornare bene insieme'

“A seguito del test risultato positivo ieri, l’intero team è stato nuovamente testato ieri in Germania. Tutti i componenti della squadra erano negativi a eccezione di: un ulteriore caso positivo, uno “senza risultato” che è stato ri-testato.

In linea con i protocolli, quattro ulteriori componenti del team – tutti risultati negativi ai test – non potranno più prendere parte al week end. Sei sostituti sono partiti dal Regno Unito e occuperanno i ruoli nel team.

Abbiamo lavorato in stretta collaborazione con la FIA e la Formula 1 nel corso di questo processo continueremo a farlo”.

Due casi quindi accertati di positività al coronavirus, quattro persone non positive ma in isolamento, più un ulteriore soggetto in attesa di un tampone che risulti definitivo nell’esito.