Tra un caffè a casa alle 11 e una tuta Racing Point alle 15 c'è la stessa differenza tra un 20esimo posto e una miracolosa 8 posizione. Nico Hulkenberg non può non essere per i tifosi della Formula 1 il pilota del giorno in questo Gp dell'Eifel. Sempre lui, l'uomo delle imprese che sembrano impossibili che per la seconda volta in questo Mondiale 2020 viene chiamato dalla "Mercedes Rosa" a sostituire non più Perez ma Stroll questa volta.

Niente coronavirus per il canadese per fortuna, che comunque si sottoporrà al tampone, ma una brutta costipazione che lo ha costretto al forfait. E Szafnauer ci ha messo un battito d'ali di una farfalla a richiamarlo in pista sabato mattina. 

Hamilton come Schumi, non ci crede: "Ogni domenica vedevo Michael"

Le gomme la chiave del successo

Così Hulkenberg è salito sulla RP20 per le qualifiche del sabato, finendo ultimo sulla griglia di partenza. Impresa che ha poi completato oggi in gara, finendo il GP sul Nurburgring con l'ottavo tempo a + 20"9 da Hamilton e andando anche a punti. Straodinario, concreto e affidabile come sempre. Anche grazie a lui ora la Racing Point è al terzo gradino della classifica costruttori a quota 120 punti.

"Sono molto contento di tutto, ad essere onesti - ha detto il finlandese dopo la gara in Germania-. La partenza non è stata eccezionale, come previsto, ma poi al primo giro sono riuscito a corerre due, tre buoni tratti. Mi sono concentrato solo su me stesso, cercando di trovare il buon ritmo per la macchina, soprattutto ho cercato di gestire le gomme che erano al limite a metà del primo stint. Ma sono riuscito a non stressare troppo gli pneumatici: è stata questa la chiave per un risultato di successo. Ovviamente è un ottavo posto totalmente inaspettato ma totalmente apprezzato e sono davvero felice per questo. 

Mi hanno detto via radio che ora la Racing Point è terza in campionato, il che è ovviamente fantastico per loro. La stagione non è finita, ma ovviamente qyello che abbiamo fatto oggi è fantastico e non era prevedibile visto che sono partito dalla 20esima posizione sulla girglia di aprtenza, quindi sono felice di aver potuto contribuire un po'. Quando tornerò in pianta stabile in Formula 1? Nessuna fretta, mi sto guardando intorno. Le cose buone richiedono tempo".