Secondo a 4 decimi, un risultato impensabile per Charles Leclerc e la Ferrari alla vigilia. È solo venerdì, uno stranissimo venerdì del GP di Turchia, condizionato da un asfalto lucido, liscio e scivoloso che l’impressione e i commenti dei piloti sono stati univoci: sembra di guidare sul ghiaccio.

Ecco, dal ghiaccio simulato di prove libere sull’asciutto si va verso un sabato che potrebbe portare quelle poche gocce di pioggia che farebbero sì di prolungare e peggiorare la sensazione. L’evoluzione della pista non solo verrebbe bloccata ma il rischio che si “lavi” quel poco depositato al venerdì.

Libere di relativa utilità

Inizialmente non ero per nulla convinto dell’aderenza della pista, pensavo questa sarà davvero una giornataccia, dopo alcuni giri me la sono davvero goduta. Quindi, è stato davvero divertente avere così poco grip, dobbiamo capire perché. A essere sinceri non è fantastico avere venerdì come questo, non impariamo molto ma in termini di guida è molto divertente e siamo stati anche parecchio competitivi.

GP Turchia, Hamilton: "Nuovo asfalto? Uno schifo"

Non penso migliorerà molto nel corso del week end, è positivo aver fatto tanti chilometri oggi per capire le condizioni e speriamo di massimizzare il risultato domani”, spiega Leclerc. In condizioni di basso grip, già a Portimao la Ferrari SF1000 era sembrata in grado, più di altri, di trovare prestazione.

Il permanere di questa situazione potrebbe giocare a favore della Rossa. Cosa potrà fare in qualifica è tutto da scoprire, sebbene Charles commenti positivo: Speriamo di riuscire a confermare questa forma, penso che le previsioni meteo per domani non siano positive, non so come sarà con la pioggia, domani sarà molto insidiosa ma se faremo tutto alla perfezione sembriamo essere competitivi e può essere una buona opportunità”.

Verstappen ironico: "Qui servono i pattini..."

Dai kart a Istanbul

Esperienza inedita, quella vissuta a Istanbul, mai nulla di simile in carriera, anzi, l’opposto vissuto ai tempi dei kard: “Ho vissuto una situazione esattamente opposta ai tempi del kart, ci ribaltavamo perché avevamo talmente tanto grip, fu folle. Adesso è l’opposto e non ho mai sperimentato così poca aderenza con gomme slick, ti dà davvero la sensazione di guidare sul ghiaccio”.

Risultati prove libere 2