Per questo fine settimana Mattia Binotto ha scelto di restare a Maranello, dando priorità al lavoro in fabbrica. Ma si è gustato una Ferrari che con i 27 punti odierni ha raccolto il miglior bottino della stagione 2020.

GP Turchia, Vettel: "Sorprendente il podio proprio nel finale, potevamo anche vincere"


Bravo Lewis

Il team principal ha analizzato così la domenica del Cavallino, non mancando di fare i complimenti a Lewis Hamilton: "Oggi Hamilton ha fatto una gran bella gara, e non solo oggi, e questo dimostra che campione sia. Ha fatto record su record, non serve aggiungere altro".

GP Turchia, la gioia di Hamilton: un fiume in piena dopo il traguardo


Divertimento? No

Poi è passato a parlare dei suoi piloti: "Divertito quest'oggi? Direi che divertito non è la parola giusta, quando uno lavora guarda la vettura, i tempi, e si rende conto che può essere una domenica positiva. Penso ci sia stato qualche errore di troppo e li abbiamo pagati, parlo dell'ultimo giro ma non solo, ad esempio la partenza e qualche altro durante la gara. Credo che la squadra oggi si sia comportata molto bene con la strategia, bene anche i piloti e la macchina, per questo sono contento. E' stato una bella gara e ne sono consapevole, in questa sede ed in questo ruolo non c'è divertimento, magari quello c'è quando si riguarda la corsa".

Leclerc furioso se la prende anche con Binotto: "Tranquillo un c***o, sono un c*****e"


Seb se lo merita

Binotto ha proseguito: "Sono molto contento per Sebastian, se lo merita, penso che a tre gare dalla fine sia un gran risultato, oggi l'ha gestita molto bene, soprattutto per quanto riguarda le gomme, nelle difficoltà dei primi giri e nel tenere dietro gli altri. Ha fatto una gara regolare ma tutto sommato è stato veloce e sono felice per il suo podio. Su Charles dico che capisco la sua delusione ed aggiungo che siamo delusi con lui, ha fatto una corsa velocissima, questo è il suo talento e lo ha dimostrato ancora una volta oggi in queste condizioni difficili tirando fuori il meglio della vettura. Poi è chiaro che ha pagato gli errori, la partenza e non solo, come i lunghi in curva 1 e quello all'ultima curva. Senza poteva forse ambire alla vittoria, non si sa mai, ma almeno per il 2° sicuro".

La Scuderia Ferrari nella Classifica Costruttori


Bene i miglioramenti e Sainz

In conclusione, ha aggiunto: "Peccato per la qualifica, non abbiamo saputo interpretare quelle condizioni di bagnato. Partire più avanti oggi sarebbe stato sicuramente utile, ma in generale abbiamo visto una vettura competitiva venerdì, sabato mattina ed oggi, questo è il punto più importante. Nelle ultime gare la macchina si è dimostrata competitiva rispetto al nostro inizio di stagione, a dimostrazione che l'abbiamo migliorata prendendo la giusta direzione di sviluppo. Ci stiamo concentrando sul 2021, ma sono segnali incoraggianti. Spesso abbiamo parlato di una macchina difficile, con poca confidenza da parte dei piloti, in questo week-end invece l'hanno avuta ed hanno fatto una buona prestazione. Su questo fronte la monoposto è migliorata ed è la cosa più incoraggiante. Dispiaciuto per non essere in pista? No, io devo essere presente soprattutto nei momenti di difficoltà, ho deciso di non andare in Turchia perché la macchina era già migliorata e mancano poche gare. Ben vengano questi risultati, ora che lo so magari non andrò neanche in Bahrain. I piloti hanno guidato molto bene, in condizioni del genere hanno fatto la differenza, la macchina è cresciuta e loro hanno trovato più confidenza. Sainz? Bel segnale, sta facendo una bellissima stagione e siamo felici della scelta".

Che emozioni ad Istanbul!