Avere George Russell al fianco sarà una situazione scomoda, semplicemente perché ha tutto da parte. Ma è anche una bella opportunità per dimostrare di meritarsi quel sedile, per far capire che George, potenziale campione, non è ancora pronto per quella macchina.

Russell, la telefonata di Wolff mentre era... al bagno

Opportunità per George

Per Valtteri Bottas si apre un fine settimana difficile ma al tempo stesso stimolante, con il finlandese che ha fatto le spalle larghe subito al giovedì in occasione della conferenza stampa: "Un'occasione per George di dimostrare di meritare il mio posto? Lo so che molte persone pensano così, ed anche a voi (i giornalisti, ndr) piace speculare su queste cose, per creare un po' di pathos e l'aria da scontro. Ma io dubito che George la pensi così, almeno credo. Penso che per lui sia una grande opportunità per imparare molto e mostrare di cosa è capace".

GP Sakhir, barriere modificate nel punto dell'incidente di Grosjean

E se Russell lo batte? Meglio evitare

Poi ha risposto così alla domanda su cosa ne sarà della sua carriera se Russell andrà più forte di lui: "Questa è una domanda abbastanza forte!", ha inizialmente risposto sorridendo. In seguito, ha spiegato: "Non ci ho minimamente pensato. E' difficile sapere cosa aspettarsi da George in termini di prestazioni. Conosce il team, ma si tratta di una macchina diversa di quella che lui ha testato e con molte cose nuove. Non so davvero cosa rispondere, non ho pensato a questa ipotesi. Se devo dare una qualche risposta, direi che se mi batte in una corsa normale per me sicuramente non sarebbe una buona cosa. Quindi proverò ad evitare che questo accada".

GP Sakhir, senza il re la grande occasione per George