Repetita iuvant: Sergio Perez merita la Formula 1. Ross Brawn torna a dire di quale dramma, sportivo s’intende, sarebbe ritrovarsi a Melbourne senza il pilota messicano in griglia. Ma al di là dell’evocazione del rischio c’è poco che Liberty Media può ed è disposta a fare per cambiare uno scenario che, a oggi, vede Perez costretto a fermarsi una stagione. Nei prossimi giorni se ne saprà di più, sul futuro di Albon e, direttamente, quello di Perez.

Sterzi a parte: Russell spettina Lewis

“E’ stata una vittoria assolutamente meritata per Checo. Ho già detto la scorsa settimana come Racing Point potesse sentire di aver fallito. Ieri hanno corretto i valori al massimo livello: tutto merito loro. Erano lì e hanno raccolto i cocci, Checo ha guidato magistralmente. Tutti vogliamo vederlo il prossimo anno, sarebbe una tragedia se non dovesse trovare una macchina. Il team deve pensare alla decisione che hanno preso, di perderlo quando sta guidando così bene”, analizza Brawn.

Compito difficile per Vettel

Per un Perez estromesso c’è un Vettel in arrivo, che si ritroverà una macchina in grado di ottenere podi e, in condizioni particolari, di vincere.

GP Sakhir, Perez e il mercato: 'Non sono in F1 i piloti migliori'

È un’asticella sufficientemente alta da dimostrare di valere, ancora, dopo stagioni difficilissime: “Sono certo che Vettel tornerà più forte, al momento è in un periodo un po’ difficile, però Checo è un affare certo. Sarà interessante vedere come si svilupperà la cosa, per certi versi Seb ha un grande vuoto da dover riempire, anche se è un campione del mondo”.

Russell eccezionale

Analisi post-Gran Premio che non può mancare un pensiero al deluso di giornata, che avrebbe meritato ben altre sorti rispetto a un arrivo a punti: George Russell: "Non ci sono dubbi che ci sia la sostanza del campione del mondo. Non ha commesso errori in una situazione sfidante e tutti i problemi sono stati del team, non suoi. Ha guidato impeccabilmente finché non gli è stata sottratta la vittoria.

Sarà molto frustrato ma non penso debba esserlo, adesso è stato ‘pesato’ e qualsiasi dubbio che potessero avere gli altri è svanito. È chiaramente eccezionale”, riassume Brawn.