Esordio positivo per Mick Schumacher in Formula 1. Finalmente dopo quello mancato nel GP dell'Eifel con l'Alfa Romeo, il figlio del 7 volte iridato è riuscito a debuttare ufficialmente in pista in un weekend di gara. Prove di 2021 con la Haas nelle prime prove libere del GP di Abu Dhabi, l'ultimo appuntamento del Mondiale 2020.

GP Abu Dhabi, FP2: Mercedes al top, Leclerc è 8°, Vettel 15°

La Formula 2 è solo un ricordo ormai

E il sorriso sul volto di Mick è contagioso per questo speciale venerdì che lo ha visto firmare il 18° tempo nelle FP1: "È andato tutto ok e la giornata è andata piuttosto liscia, non ho avuto problemi particolari. Mi sono girato solo un attimo, ma va bene così. Ho iniziato un po' ad abituarmi alla Haas VF-20: c’è voluto meno tempo di quanto pensassi per l’ambientamento, anzi è andata piuttosto bene. Certo la differenza con la Formula 2 è tanta: è un passaggio molto grande anche se conoscevo questa pista.

Ho portato la C3, la gomma più dura, sul tracciato e ho fatto qualche giro che è andato piuttosto bene - ha detto il 21enne vincitore del Mondiale in F2-. Ogni giro ho cercato di spingere di più, migliorare il passo, cercando in quale curva puoi spingere di più. E' stata solo una questione di tempo e di fare più giri possibili per migliorarsi. Poi con le gomme soft è cambiato tutto, senti davvero molto la differenza rispetto alla F2: è davvero molto bello questo. Inoltre ho girato con parecchia benzina a bordo rispetto a prima. E mi è stato molto utile per capire le differenze in frenata e in accelerazione. Ogni giro è importante ed è un’ottima preparazione in vista del 2021, è stato bello fare questa sessione”.