Speriamo che questo weekend nasconda tante belle sorprese per Sebastian Vettel e Charles Leclerc. I due piloti della Ferrari hanno iniziato col venerdì di prove libere, l'ultimo GP che correranno insieme come compagni di squadra al volante della SF1000 e nel paddock del Cavallino. Un finale, quello che vederemo in Abu Dhabi, che si spera almeno in pista regali ai tifosi, che ancora non si capacitano e commentano sul web con amarezza questo divorzio, una piccola gioia tra le lacrime d'addio per Seb.

I risultati delle libere non fanno certo sorridere però. Sul circuito di Yas Marina per il gran finale del Mondiale 2020, i ferraristi al mattino nelle FP1 hanno chiuso col 12° tempo di Charles (25 giri con le mescole hard) e il 14° tempo di Vettel (19 tornate sulle medie). 

Mentre nelle FP2 su entrambe le SF1000 nei primi minuti sono state montate le gomme prototipo portate da Pirelli in vista del 2021. Lavoro proseguito in maniera differenziata per i due: Charles ha montato gomma Medium mentre Seb ha iniziato a girare con la mescola Hard. Nella fase centrale della sessione poi per entrambi c’è stata la simulazione della qualifica con pneumatici Soft: Leclerc ha ottenuto il proprio miglior tempo in 1’37”508, valido per l’ottavo posto, mentre Vettel ha fermato i cronometri a 1’38”198, 15° riferimento. Ad osservare con attenzione tutto il lavoro che avveniva in garage oggi era presente Robert Shwartzman, pilota della Ferrari Driver Academy che si metterà al volante della SF1000 nello Young Driver Test di martedì prossimo.

GP Abu Dhabi FP1, Mick Schumacher: "Un'ottima preparazione per il 2021"

Leclerc: "Non siamo competitivi, manca velocità"

"Su una pista come questa ci aspettavamo di faticare di più, invece sembra che siamo nel gruppo di piloti con i quali lottiamo abitualmente in questa stagione. A livello di performance di certo questo non dovrebbe essere un weekend nel quale siamo competitivi come una settimana fa, ma per il momento direi che le cose stanno andando meglio del previsto - ha detto Leclerc, che ha dedicato il casco che indosserà in questi giorni a Seb -.

Il bilanciamento della vettura cambia man mano che il giro progredisce: tendenzialmente il grip è basso all’inizio e poi cresce settore dopo settore. Questa notte lavoreremo sui dati raccolti oggi e vediamo se ci riesce di fare un passo avanti. Dal canto mio devo migliorare qualcosa sotto il profilo della guida: mi manca ancora un po’ di velocità qua e là ma è da domani che i tempi contano davvero".

Vettel: "Charles, un bellissimo pensiero"!

"Abbiamo completato un bel po’ di lavoro oggi ma credo che ce ne sia ancora parecchio da fare perché non siamo ancora riusciti a portare le gomme nella finestra di temperatura ideale, specie la mescola Soft - ha detto il tedesco che il prossimo anno sarà in Aston Martin -. Per le qualifiche credo che ci troveremo a lottare nelle stesse posizioni di una settimana fa.

Se però riuscirò a mettere insieme un giro molto buono potremmo anche centrare il passaggio al Q3, che sarebbe positivo per la mia ultima gara con il team. A tal proposito ho visto che oggi Charles ha girato con un casco dedicato a me: è stato un bel pensiero da parte sua e lo volevo ringraziare. Speriamo di poter regalare ai tifosi qualcosa per cui gioire questo weekend".