E' un Charles Leclerc deluso e per certi versi incredulo quello che commenta le qualifiche di Abu Dhabi. Una sessione che potremmo definire enigmatica, per la Ferrari: il monegasco, nel corso del sabato, anziché migliorarsi ha perso circa un decimo tra Q1 e Q2 e poi un altro decimo tra Q2 e Q3, tra l'altro passando dalle medie alle morbide tra il secondo ed il terzo segmento di qualifica. Un 9° posto che diventerà 12° per la penalità di tre posizioni da scontare dopo l'incidente al via del GP di Sakhir.

GP Abu Dhabi, qualifiche: che pole di Verstappen!


Dati da analizzare

Una spiegazione potrebbe essere un'eccessiva sensibilità della SF1000 alle temperature, dal momento che ad Abu Dhabi la temperatura cala mano a mano che si va avanti. Una cosa che comunque non dovrebbe succedere ed alla quale il monegasco non sa dare una risposta: "Per ora non so darmi ancora una spiegazione, vorrei riguardare per bene i dati. Penso che ci siamo trovati meglio con le condizioni della pista del Q1, in Q2 siamo andati bene con le medie ma quello ce lo aspettavamo. Quello che non ci attendevamo era andare peggio in Q3 rispetto alla Q1. Dal secondo settore in poi facevo fatica con le gomme posteriori, molto più in Q3 che in Q1. Dobbiamo guardare i dati".

Vettel: "Il mio ultimo GP in Ferrari? Domani sarà dolorosa, ma speciale"

Charles farà di tutto

Poi ha proseguito: "Soddisfatti per essere andati in Q3 con le medie? Quello sì, ma ormai non penso a cosa è successo, ma solo a fare la miglior gara possibile domani. Non siamo sicuramente nella miglior posizione, perché saremo penalizzati, ma vedremo. Darò tutto e spero di finire nel miglior modo la stagione. Mi piacerebbe ritrovarmi con una macchina buona e soprattutto in grado di tenere per tutta la gara, domani sarà difficile per le gomme. Impresa? Io ci credo sempre, sarà difficile ma faremo di tutto".