Sembra in forma, appare motivato, la sensazione è che non veda l'ora. Se ne era uscito a fine 2018 dicendo che la F1, in queste condizioni, non gli dava più stimoli. Invece deve essergli mancata parecchio la Formula 1 a Fernando Alonso, dal momento che lo spagnolo non perde occasione di sottolineare la sua voglia di ricominciare.

Ferrari, Mekies ed il grattacapo delle nuove gomme

Un podio con Sainz

Alla tv spagnola, al programma El Larguero, lo spagnolo ha analizzato il prossimo futuro: "Non ho obbiettivi precisi in termini di risultati per il 2021. Sarebbe bello salire sul podio, quest'anno sembrava ci fossero più possibilità per tutti i team ma spesso quei risultati sono arrivati grazie ad alcune grosse difficoltà della Mercedes. La vettura è più competitiva di quanto sembri, di sicuro chiudere nei primi tre sarebbe fantastico, così come sarebbe un sogno riassaporare lo champagne insieme a Carlos Sainz. Per riuscirci servirebbe una gara pazza, ma in una stagione di 23 gare ci potrebbero essere almeno cinque occasioni. Anche l'anno prossimo il dominio Mercedes proseguirà, per noi la vedo come un'opportunità per conoscersi ed integrarsi meglio, penso che la nostra massima ambizione potrà essere il podio. Nel 2022, però, sogno di vincere".

Perez racconta il suo 2020: che montagne russe!

Indy e la Dakar

Il piano nella mente di Fernando pare essere chiaro quindi, una stagione di apprendistato, interlocutoria, utile per approfondire la conoscenza della squadra in vista di una rivoluzione regolamentare che offre opportunità a chiunque. Ma Alonso ha concluso guardando ancora oltre, e mettendo nel mirino quelli che sono altri due desideri: "Tra i sogni nel cassetto ci sono anche la 500 Miglia di Indianapolis e la Dakar. Non li ho dimenticati, solo momentaneamente accantonati: in futuro vorrei vincerle entrambe".

Badoer sull'incidente di Schumi: "Un dramma che fa male quando ci penso"