Liberty Media ha lavorato sodo per rimettere insieme il calendario 2020 e per presentare un calendario 2021 completo, ma la sensazione è che si dovrà navigare a vista anche nel prossimo campionato. 

Steiner: Schumacher-Mazepin rischio relativo

Opzione rinvio

Negli ultimi giorni hanno preso piede le voci secondo le quali il Gran Premio d'Australia è a forte rischio (oltre ai problemi logistici, vige anche una quarantena obbligatoria di 14 giorni per chi arriva dall'estero), almeno per la data del 21 marzo. Gli organizzatori di Melbourne stanno lavorando a stretto contatto con la F1 per salvare l'evento, e l'ipotesi di un rinvio è forte. In una nota della AGPC (l'Australian Gran Prix Corporation), si legge: "Continuiamo a lavorare a stretto contatto con il governo di Victoria e la Formula 1 sulle condizioni e sugli accordi relativi al Gran Premio d'Australia 2021 a Melbourne. Ulteriori dettagli saranno forniti nelle settimane seguenti una volta finalizzati gli accordi tra le parti". Un portavoce del governo ha aggiunto: "Le discussioni tra governo, AGPC e la F1 sono in corso. Come parte di queste discussioni, il governo continuerà a dare priorità alla salute pubblica mentre cerca di proteggere i maggiori eventi in calendario".

Ecco quando può essere recuperato il GP d'Australia

Imola sogna

Nel frattempo la rete Movistar+ ha rivelato quanto segue: "C'è un piano B sia per l'Australia che per la Cina. Si sta parlando di mantenere le stesse date (Melbourne è prevista come detto per il 21 marzo, Shanghai per l'11 aprile), ma di correre su circuiti diversi. Si sta considerando di nuovo un doppio appuntamento in Bahrain, ma anche Imola e Portimao. Al momento si sta lavorando su queste ipotesi, anche se per ora non è stata presa una decisione finale".

Binotto sul 2021: tra gerarchie di squadre e posti di lavoro da salvare

Rischio 3 "buchi"

Gli slot da riempire dunque rischiano di essere tre: oltre all'Australia ed alla Cina infatti c'è vacante anche la data del 25 aprile, quella inizialmente prevista per il Gran Premio del Vietnam. Almeno in primavera quindi potremmo andare incontro ad un mondiale già notevolmente rivisto rispetto alle aspettative iniziali.

Sterzi a parte: la regola più bella del 2021 è Fernando Alonso