Il 2020 per la Williams è stato il peggior anno di sempre, perché ad eccezione della stagione del debutto, mai la squadra creata da Sir Frank aveva chiuso a quota 0 punti in classifica. In più, con questo fanno tre anni di fila conclusi all'ultimo posto nel campionato Costruttori. Uno score da migliorare al più presto, ed è per questo che la Williams ha scelto di legarsi ancora di più alla Mercedes.

Haas, Steiner: Schumacher-Mazepin un rischio relativo


Il comunicato

La scuderia di Grove, che dopo la prova di Abu Dhabi ha annunciato Jost Capito, ha stretto una collaborazione con i campioni in carica, aumentando ancor di più il peso di una partnership cominciata con nel 2014. Nella nota  diffusa da Grove si legge: "La Williams Racing è lieta di confermare di aver espanso la sua collaborazione tecnica con Mercedes includendo la fornitura di alcune componenti trasferibili a partire dal 2022. La Williams è equipaggiata dalla Mercedes-Benz sin dall'inizio dell'era ibrida cominciata nel 2014 e dal 2022 utilizzerà la squadra anche i cambi Mercedes e i relativi componenti idraulici. Storicamente, la Williams ha costruito in proprio il cambio e l'impianto idraulico, tuttavia la maggiore collaborazione con Mercedes consentirà alla Williams di implementare un processo di progettazione e produzione interno più efficiente a lungo termine, permettendo alla squadra di concentrare le sue risorse in modo più efficace in altre aree. Williams continuerà a progettare e produrre internamente altre parti del telaio".

F1 2021: oltre a Melbourne ora rischia anche Shanghai


Verso una maggior competitività

Poi sono seguite le note congiunte di Simon Roberts e Toto Wolff. Il team principal di Grove, scelto come uomo del rilancio da parte della Dorilton Capital, ha detto: "Sono lieto di vedere la nostra collaborazione con Mercedes estendersi andare oltre la fornitura dei motori. La Williams è un team indipendente ma la Formula 1 è in continua evoluzione, e come squadra dobbiamo essere abili a reagire alla situazione odierna in modo da porre il team nella posizione più competitiva possibile in pista. L'accordo a lungo termine con la Mercedes è un passo avanti positivo e fa parte dei nostri obiettivi strategici per il futuro, ma al tempo stesso continueremo a progettare e produrre in proprio".

Formula E, ufficiale: Cile rinviato, si partirà a febbraio dall'Arabia Saudita


Il lato economico per la Mercedes

Queste invece le parole di Toto Wolff: "Siamo felici di espandere la nostra collaborazione tecnica con la Williams con questo accordo. Per la Williams ha senso acquisire una powertrain integrata dal momento che montano le nostre power unit dal 2014, e per il nostro team ha un senso in termini di economie di scala fornire un'altra squadra secondo le nuove regole. Da tempo discutevamo per questo progetto con la Williams e sono lieto di averlo portato a conclusione".

Norris positivo al Covid