“C’è sempre qualcosa che vorresti di diverso, migliore. Ma da pilota sei sempre costretto a doverti adattare”. Grossomodo, sintetizzato, è il concetto più volte espresso da Sebastian Vettel negli ultimi anni, quando gli si chiedeva cosa mancasse alla monoposto e se fosse o meno in linea con le sue preferenze di guida.

Sterzi a parte: Ferraristi per sempre

Probabilmente come nessun altro il tedesco ha saputo sfruttare la condizione tecnica, aerodinamica, dell’effetto Coanda ottenuto dagli scarichi, al tempo del dominio in Red Bull, dove il retrotreno granitico gli consentiva di fare la differenza, massimo esempio su piste come Singapore. È un indubbio tratto della preferenza di pilotaggio di Seb, sul quale in Aston Martin si trovano allineati, non fosse altro perché tratto comune dei piloti passati da Silverstone negli ultimi anni.

Posteriore stabile, Aston Martin in continuità

Otmar Szafnauer promette un progetto sul quale Vettel riesca ad avere familiarità, in un’area della monoposto oggetto di importanti modifiche regolamentari per diminuire il carico aerodinamico. Un’area, anche, di sviluppo profondo con l’introduzione della sospensione Mercedes 2020, il tratto più innovativo della monoposto, al di là del DAS.

“E’ piuttosto divertente ma quasi ogni pilota che ha corso con noi preferiva avere una macchina con un retrotreno stabile. Siamo sempre stati spinti a lavorare su questa stabilità per avere una macchina dal buon bilanciamento e faremo tutto il possibile per assicurarci che Sebastian ritrovi questa caratteristica”, spiega Szafnauer a RTL Germania.

Aston Martin, monoposto 2021 sostanzialmente nuova: gettoni sul telaio

Se l’area tecnica diretta da Green dovrà assecondare tale caratteristica, al team Sebastian potrà dare input utili nella gestione delle tattiche in gara. Il 2020 non è stato esattamente un campionato esente da errori, il muretto ha vanificato risultati personali come il piazzamento di Hulkenberg a Silverstone e quello di Perez a Imola, con scelte difficili da comprendere. Confida sull’apporto di Vettel, Szafnauer: Nel paddock si sa come Sebastian sia uno dei piloti migliori quando si tratta di scegliere la strategia corretta”, aggiunge il team principal a Sport Bild.