Un 2020 da ricordare, ma come monito: un’altra annata mediocre, la Ferrari, non se la può più permettere.

A Maranello lo sanno e hanno la  ferma intenzione di cambiare passo, con una voglia talmente forte da essere urlata dalla strategia comunicativa rivoluzionaria messa in campo per presentare alla stampa il team 2021.

C’è poco da dire, la Scuderia ha osato, lasciando per una volta l‘approccio “understatement” usato spesso in passato, per virare su una splendida narrazione evocativa, per parlare al cuore dei milioni di tifosi in tutto il mondo e per caricarli in vista di un 2021 difficile, ma che deve essere un trampolino di lancio per la stagione 2022, quando si riparte con le nuove monoposto a effetto suolo.

Video che riaccende la passione

Dopo anni a vedere vincere gli altri, c’era la necessità di riaccendere la passione attorno alla Rossa. La Ferrari c’è riuscita, toccando le corde comunicative giuste, con un video emozionale che racchiude tutto l’#EssereFerrari, motto del Cavallino.

Le immagini della Factory, Binotto che ci mette la faccia - con più determinazione rispetto al passato - dalla Sala delle Vittorie del Museo per ricordare a tutti che la Ferrari è la F1, ma soprattutto vedere Leclerc e Sainz jr. affiatati e già sul pezzo, consapevoli di cosa significhi vestire di Rosso, sono meraviglie per gli occhi degli amanti sopiti da troppe delusioni.

Brava Ferrari, hai ricordato a tutti cosa sei e cosa rappresenti, aprendo il tuo cuore ai tifosi in un modo efficace e diretto, senza filtri.

Ora, parola alla pista.