Steiner, 2021 di transizione: "Inutile investire nel breve termine"

Steiner, 2021 di transizione: "Inutile investire nel breve termine"© Getty Images

Il team principal della Haas ha spiegato perché la squadra americana abbia scelto di non preparare alcun piano di sviluppo alla VF-21 che verrà svelata direttamente in pista a Sakhir, pensando direttamente al 2022

Presente in

Matteo Novembrini

9 marzo

Nel 2021 della Haas si discuterà eccome, tra l'attesissimo debutto di Mick Schumacher, quello del chiacchieratissimo Nikita Mazepin ed una livrea russa su macchina americana che fa già discutere. Eppure, dal punto di vista tecnico meglio non aspettarsi niente dalla VF-21, come ha spiegato il team principal Gunther Steiner.

Sterzi a parte: La Bellezza dell'identità Haas


Stagione di transizione

L'altoatesino, ai microfoni di GPFans, ha illustrato i motivi per cui la vettura 2021 sarà una semplice VF-20 riadattata al nuove regolamento per la quale non sono previsti sviluppi: "Abbiamo deciso di fare così perché se avessimo investito molto tempo, denaro, gettoni, ore nella galleria del vento, sarebbe stato per un solo anno, abbiamo iniziato alla fine dell'anno scorso e l'auto non era la nostra macchina migliore. Quindi, se valutiamo tutto nella sua globalità, era inutile investire a breve termine. E' molto più importante investire nel medio e lungo termine, vale a dire per il regolamento del 2022. Ma non parlerei di stagione di attesa quanto di transizione, perché quando corri provi comunque a fare del tuo meglio".

Incidente Grosjean, Steiner conferma modifiche sulla vettura


Un ponte per il 2022

Con queste premesse, la stagione 2021 si preannuncia molto dura per la Haas, ma Steiner ha fatto capire che vorrà vedere comunque uno spirito battagliero, senza rassegnazione: "Non c'è mai l'idea del 'Vogliamo essere ultimi'. Non vogliamo esserlo, vogliamo fare del nostro meglio e i ragazzi si sono impegnati molto per ottenere il massimo dal breve periodo di sviluppo che abbiamo avuto. Quindi è un periodo di transizione per arrivare al 2022, e non possiamo dimenticare che abbiamo due piloti debuttanti. Quando li abbiamo annunciati abbiamo detto che faceva parte dell'intero piano, per il 2022 desideriamo farci trovare pronti in tutte le aree. Così alla fine avremo due piloti pronti, giovani e affamati perché non sono stati davanti, con una buona macchina per loro nel 2022".

Test 2021, il programma Haas: apre Schumacher

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi