Tra filming day e vigilia dei test invernali, in Bahrain la Formula 1 si ritrova oggi per discutere ancora di gare sprint. Si definiranno i dettagli, i tanti sul tavolo come ricordato nei giorni scorsi in casa Aston Martin. Rispetto alla formula iniziale, con la previsione di 3 Gran Premi - Canada, Italia, Brasile - nei quali sperimentare quest'anno il format del week end con gara sprint al sabato e una qualifica al venerdì, la novità arriva dall'introduzione di Silverstone.

Ferrari SF21, una ventata di novità

L'anticipazione arriva dallo Sportsmail, un'intervista a Stefano Domenicali nella quale l'a.d. della Formula 1 conferma il Gran Premio di Gran Bretagna quale teatro di una gara sprint, sabato 17 luglio. Resta da capire quale tra le sedi inizialmente individuate resterà esclusa. 

30 minuti di gara e niente cerimonia del podio

"Stiamo finalizzando i punti complessi legati alla gara sprint. Di certo non vogliamo togliere prestigio al Gran Premio in sé, che resterà il culmine del weekend. Avremo una qualifica disputata al venerdì e poi la qualifica sprint al sabato. Regalerà un'azione rilevante nel giorno che precede la gara, darà ai tifosi, ai media e alle televisioni più contenuti. Durerà circa mezz'ora e non ci saranno celebrazioni sul podio: per quello si dovrà attendere fino a domenica", spiega Domenicali al giornalista Jonathan McEvoy.

Verranno assegnati punti iridati, sebbene in misura inferiore, e a Silverstone - dovessero le restrizioni per il Covid-19 essere superate - grazie alla campagna di vaccinazione in atto nel paese, si attendono un duplice evento con la presenza del pubblico sugli spalti.