Cinquantuno giri raccontano già molto a Sebastian Vettel, chilometri da sommare al filming day condotto ieri, alla vigilia dei test in Bahrain. Meno rilevanti, per forza di cose, i giri fatti a Silverstone, shakedown bagnato per la AMR21. In pista a Sakhir è scesa una macchina già diversa da allora, nello specifico con un fondo che, per filosofia, segue la soluzione Mercedes nel bordo - all'altezza delle pance - ondulato.

Test Bahrain 2021, giorno 1: segui la diretta 

Seb si è presentato con il nuovo casco, nei colori dello sponsor BWT, con una "missione" di sensibilizzazione ecologica che al design solito abbina colori inediti, a sostituire la bandiera tedesca: "Il casco è sempre lo stesso nel design, c'è ancora l'identificazione con la bandiera. Sono orgoglioso d'essere tedesco ma non serve "vestire" sempre la bandiera tedesca. Penso che il casco abbia un bell'aspetto e si addica alla macchina. È più importante il messaggio che porta con sé", racconta a Sky Germania.

Pista scivolosa e macchina da scoprire

Cinquantuno giri restano, al momento, il programma Aston martin nella prima giornata di test, in attesa che sia Lance Stroll a iniziare il proprio di lavoro. Un problema di natura elettrica tiene Lance ai box dopo più di un'ora dall'apertura del turno pomeridiano.

Tornando alle sensazioni avute da Vettel, spiega come "la sessione si stata interessante. Le condizioni della pista sono insidiose e la macchina scivola parecchio". E al mattino lo scenario era nettamente migliore di quello trovato dalle 14:00 ora italiana.

"Penso siamo riusciti a imparare molto, ci sono tanti aspetti ai quali devo abituarmi. Il comportamento della macchina è un po' diverso, in frenata nel modo in cui accelera, anche il volante è diverso.

Ci sono ancora tante cose alle quali devo abituarmi, di certo c'è ancora molto da estrarre. È stato divertente, siamo riusciti a completare gran parte del nostro programma".

Seb tornerà in pista sabato pomeriggio, salvo variazioni sul programma iniziale.