Per la Pirelli una nuova stagione all'insegna dell'evoluzione, prima della rivoluzione nel 2022, con le gomme da 18 pollici. Quest'anno la F1 avrà per l'ultima volta i pneumatici da 13 pollici, con la Pirelli che si presenterà con le gomme di nuova costruzione già viste nei test e che debutteranno in gara nel GP del Bahrain.

Sterzi a parte: I difetti della F1? Pochi partecipanti

Continuità con il 2021

Le nuove Pirelli avranno un profilo rivisto all'anteriore e come detto una nuova costruzione che permetterà pressioni di gonfiaggio inferiori di 1,5 bar all'anteriore e di 0,5 al posteriore. Il debutto avverrà su un tracciato molto conosciuto come quello di Sakhir, un circuito non molto severo per quanto riguarda i carichi laterali, ma molto severo in frenata e trazione.

F1 2021, le date di tutti i GP

L'asfalto, ad alto contenuto di granito, è molto abrasivo (per la casa milanese è al massimo livello di abrasione, 5 su 5 nella scala Pirelli), ed il fornitore ha scelto di presentarsi con le gomme C2, C3 e C4, quelle più utilizzate dai team durante i test. I treni resteranno 13 per ciascun pilota nonostante la riduzione in termini di tempo delle prove libere 1 e 2, ed anche per quest'anno l'allocazione sarà standard: due set di gomme dure, tre di medie ed otto di morbide.

GP Bahrain 2021, gli orari di Sky e Tv8

Condizioni diverse dai test

Mario Isola, responsabile Pirelli, ha dato la sua lettura del fine settimana: "Solo quattro mesi dopo aver fatto due gare in Bahrain e due settimane dopo i tre giorni di test pre-stagionali, saremo di nuovo lì per la prima gara della stagione 2021. Durante i test abbiamo visto molti team concentrarsi sulle mescole nominate per il gran premio, ma le condizioni che abbiamo sperimentato nei test potrebbero non essere del tutto rappresentative per la gara. I team hanno svolto un'ampia varietà di programmi durante la singola sessione, mentre in passato, con due sessioni di test, la seconda era solitamente più focalizzata sulle gomme. Quindi è difficile trarre molte conclusioni definitive. Con nuove specifiche di vetture e pneumatici, e con il pre-campionato più breve di sempre, la competizione è aperta, soprattutto perché le caratteristiche della pista del Bahrain hanno spesso portato ad interessanti battaglie sul piano strategico".

GP Bahrain, Verstappen: "Red Bull favorita fa comodo a Mercedes"