Debutto con qualche increspatura per l'Aston Martin, tornata in Formula 1 dopo un'assenza di ben 60 anni. Il team di Silverstone prima delle prove libere del GP del Bahrain, la prima gara di questo Mondiale 2021, ha infatti annunciato che durante due membri dello staff sono risultati positivi al Covid-19. Non si tratta fortunatamente dei piloti Sebastian Vettel e Lance Stroll, che infatti sono potuti scendere in pista per la prima sessione di giri liberi sul tracciato di Sakhir

Vettel, la sua Aston Martin AMR21 come una Bond Girl

Vettel e Stroll negativi

Al momento Aston Martin ha confermato che le due persone, di cui non è stata resa nota l'identità, sono in quarantena e sono ovviamente isolate dal resto della squadra. E che per il weekend sono state aumentate le misure e i protocolli di sicurezza per il proprio staff. Sembrerebbe che la positività sia stata riscontrata dopo i classici controlli anti-contagio e i tamponi obbligatori che la Formula 1 impone a tutti i team, che a loro volta hanno ulteriori restrizioni interne. A seguito dei due contagi comunque la scuderia di Stroll ha sottoposto tutti a un nuovo giro di tamponi rapidi, risutati tutti negativi.

Ferrari vaccinata, Aston no

Il Circus anche quest'anno, come purtroppo ci si aspettava, dovrà combattere con il coronavirus per garantire quella che sarà la stagione più lunga di sempre con ben 23 GP programmati. E proprio per garantire lo svolgimento delle corse molti paesi ospitanti, come il Governo del Bahrain, avevano invitato a vaccinare tutte le persone in pista.

Mentre la Ferrari con il benestare delle autorità sanitarie italiane ha proceduto alla vaccinazione di Sainz e Leclerc, Aston Martin ha rifiutato l’invito prima della partenza dalla Gran Bretagna. Una scelta decisamente azzardata visto che nell'ex Racing Point lo scorso anno sia Perez e sia Stroll hanno contratto il virus.