E' un Max Verstappen in forma stratosferica quello che ha cominciato alla grande il mondiale 2021. Dopo aver dominato tutte e tre le sessioni, l'olandese della Red Bull si è preso la prima pole position dell'anno battendo le Mercedes, mentre la Ferrari ha chiuso al 4° posto con Leclerc ed all'8° con Sainz.

Max vola

Giro strepitoso da parte dell'olandese nel finale, con Max che ha chiuso in 1'28"997, unico a scendere sotto il muro dell'1'29". Hamilton si è fermato a 0"388, chiudendo secondo con due decimi di vantaggio su Bottas, terzo. Bel giro anche di Charles Leclerc, che con l'unico tentativo a disposizione (non aveva più gomme nuove) è riuscito a portare a casa la seconda fila con un ritardo di 0"681, battendo un ottimo Gasly, 5° con l'AlphaTauri e con il vantaggio di partire domani con gomme medie, insieme a Verstappen ed alle Mercedes. Bel colpo di reni anche di Ricciardo, che all'ultimo tentativo ha sopravanzato Norris per la sesta posizione con un ritardo di nove decimi. Sainz, dopo aver impressionato, ha commesso un errore nel giro buono ed è finito 8° a 1"218. L'ultima fila la chiudono Alonso, nono e Stroll, decimo.

Q2: Perez, errore strategico

Una seconda sessione che aveva visto due Ferrari in prima e seconda posizione, con Sainz davanti a Leclerc per appena un millesimi. Classifica viziata dall'utilizzo da parte di Ferrari della gomma morbida, contrariamente a Verstappen, Hamilton, Bottas ed anche Gasly, riuscito a piazzarsi tra i primi dieci con la media. Il colpo di scena è l'esclusione di Sergio Perez, 11° dopo aver insistito, senza successo, a qualificarsi con la gomma media. Con lui sono rimasti fuori anche Giovinazzi, Tsunoda (anche in questo caso l'AlphaTauri ha voluto provare fino in fondo a qualificarsi con la C3, riuscendoci con Gasly e non con il giapponese), Raikkonen e Russell.

Q1: malissimo Vettel

Un brivido in apertura per la Ferrari, con Sainz che al momento di effettuare l'ultimo tentativo ha accusato un problema al motore, finendo per fermarsi in uscita di curva 8. Per sua fortuna è riuscito ad accedere comunque in Q2, spuntandola per soli 70 millesimi su Ocon, escluso anche per via della doppia bandiera gialla esposta per lo stesso Sainz e per Mazepin, intraversatosi in curva 1 dopo aver fatto lo stesso nel suo primo tentativo. Stessa sorte per Vettel, che non è riuscito a fare un giro buono incontrando la  doppia gialla chiudendo appena 18°, dietro a Latifi e davanti alle due Haas.  

Vettel: "Fuori in Q1 per colpa delle bandiere gialle"

La griglia di partenza


Fila 1: 1. Max Verstappen (Red Bull) 1'28"997 2. Lewis Hamilton (Mercedes) +0"388
Fila 2: 3. Valtteri Bottas (Mercedes) +0"589 4.Charles Leclerc (Ferrari) +0"681
Fila 3: 5. Pierre Gasly (AlphaTauri) +0"812 6. Daniel Ricciardo (McLaren) +0"930
Fila 4: 7. Lando Norris (McLaren) +0"977 8. Carlos Sainz (Ferrari) +1"218
Fila 5: 9. Fernando Alonso (Alpine) +1"604 10. Lance Stroll (Aston Martin) senza tempo
Fila 6: 11. Sergio Perez (Red Bull) 12. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
Fila 7: 13. Yuki Tsunoda (AlphaTauri) 14. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)
Fila 8: 15. George Russell (Williams) 16. Esteban Ocon (Alpine)
Fila 9: 17. Nicholas Latifi (Williams) 18. Sebastian Vettel (Aston Martin)
Fila 10: 19. Mick Schumacher (Haas) 20. Nikita Mazepin (Haas)