Primo per tutto il fine settimana, ora resta da completare il lavoro domani. Uno strepitoso Max Verstappen con la Red Bull si è preso la pole position nel GP del Bahrain, ed è una pole particolare: mai, dall'inizio dell'era ibrida, alla Mercedes era sfuggita la prima pole dell'anno.

Vettel, che delusione: "Fuori in Q1 per colpa delle bandiere gialle"


Macchina bene tutto il weekend

Max è in fiducia, talmente euforico da festeggiare la pole spalmando all'intervistatore di giornata, David Coulthard, la torta in faccia per i suoi 50 anni. Questo un attimo dopo aver commentato così la sua prestazione in pista: "Siamo andati bene anche nel fine settimana dei test, ma andare bene nelle prove non è una garanzia per essere veloci pure nel weekend di gara. Finora la macchina ha funzionato molto bene, è stata godibile da guidare, chiaramente con il vento che cambia di sessione in sessione non è facile trovare l'assetto giusto. In qualifica però ha funzionato alla perfezione, sono molto contento della pole".

Rivivi le qualifiche di Sakhir. La griglia di partenza


Dopo i commenti, torta in faccia a Coulthard

Poi ha proseguito: "Il primo giro in Q3 non è stato fantastico, sapevo di poter dare di più. Non sapevo quanto, ma il bilanciamento lo avevamo, sapevo che avrei potuto spingere di più. La pista era calda, bisogna stare attenti a surriscaldare le gomme posteriori, per fortuna siamo riusciti ad esprimerci al meglio. Domani? Nei long run siamo andati bene, la macchina in generale ha funzionato bene sia in qualifica sia nelle simulazioni di passo gara, dobbiamo cercare di mettere insieme tutto partendo bene facendo un buon primo giro". Quando gli è stato fatto notare che nell'era ibrida il poleman della prima gara ha vinto il titolo 5 volte su 7, ha risposto: "Non ci sono garanzie, conta solo che siamo partiti bene". E via di torta in faccia a David.