Charles Leclerc lo aveva detto, che confermare il 4° posto di partenza sarebbe stato già qualcosa. Alla fine ha chiuso 6°, comunque molto più avanti della decima posizione di quattro mesi fa. Il bicchiere è mezzo pieno, anche se in casa Ferrari c'è ancora da lavorare.

Rivivi il GP del Bahrain

In difficoltà nel finale

Ai microfoni di Sky, Leclerc ha commentato così la sua domenica: "Abbiamo avuto una buona partenza, poi all'inizio ho gestito abbastanza bene la gomma. Siamo andati presto ai box perché volevamo mettere un po' di pressione a quelli davanti, ed è quello che siamo riusciti a fare, ma nel finale eravamo un po' in difficoltà con i pneumatici. La gestione ed il passo gara però sono molto migliori rispetto all'anno scorso, e questo è positivo, anche se come ho detto non siamo ancora dove vogliamo essere. Ogni volta però ci sono dei progressi, dobbiamo essere consapevoli di questo".

Sorpresa McLaren

Poi Charles ha proseguito: "Ci sarà ancora tantissimo lavoro da fare, personalmente questa non è una pista sulla quale sono molto bravo, soprattutto nella gestione gomme, di solito qui faccio sempre abbastanza fatica, con temperature elevate e degrado alto. Ci lavoreremo, credo che abbiamo fatto uno step avanti rispetto al 2020. Non al livello McLaren? Loro mi hanno sorpreso più di quanto mi aspettassi, erano competitivi anche in FP2 nelle simulazioni ma forse non avevano fatto vedere tutto, mi hanno sorpreso. Per essere alla prima è un buon punto di partenza, come team non eravamo andati bene qui, credo sia un inizio positivo ma c'è ancora molto da lavorare".