Un pilota (di riserva) per due. Al momento è Aston Martin ad aver formalizzato un impegno già da tempo confermato, Nico Hulkenberg diventa terzo pilota del team, per il quale ha corso in due occasioni, nel 2020, in sostituzione di Perez e Stroll.

Accanto all'impegno con Aston Martin si attende l'ufficializzazione del ruolo di riserva in Mercedes, posizione già assegnata da Toto Wolff a Nico nelle scorse settimane.

Un ruolo già definito

È il secondo anno nel ruolo di jolly, per Hulkenberg, in attesa degli sviluppi di un mercato piloti 2022 nel quale tornare in ballo per ritrovare un ruolo da titolare. "Anzitutto è fantastico aver firmato quest'accordo con ampio preavviso. lo scorso anno non ho avuto molto tempo per prepararmi prima di saltare in macchina! 

Sono davvero contento di poter lavorare ancora una volta con questo team, per il quale ho corso molte volte nell'arco della mia carriera", dice Hulkenberg, che contribuirà al lavoro di sviluppo oltre a sperare nell'occasione per correre un GP. Occasione che sarà legata alle sfortune di Stroll e Vettel: "E' chiaro che mi auguro si godano una stagione senza interruzioni quest'anno, sia Sebastian che Lance. Il team sa che può fare affidamento su di me perché faccia un lavoro eccellente, sono preparatissimo a raccogliere questa sfida.

Sarà anche interessante aiutare la squadra a progredire durante la stagione, non vedo l'ora di tirar fuori grandi tempi dalla manica".

Esperienza preziosa al tempo del Covid

Sviluppo del quale ha un gran bisogno Aston per risollevarsi da una condizione tecnica che ha visto il team soffrire - come Mercedes - le scelte progettuali dell'assetto a ridotto rake. Arriveranno novità nel corso delle prossime gare, da capire se saranno sufficienti ad avvicinare McLaren, migliore del lotto insieme alla Ferrari dopo quanto visto in Bahrain e con le novità attese sulla SF21 a Imola. "Siamo felici di dare di nuovo il benvenuto a Nico nelle vesti ufficiali di pilota di riserva e di sviluppo Aston Martin. In questi momenti difficili, è importante un pilota di riserva che abbia esperienza e sia in gamba. Nico ha dimostrato lo scorso anno di poter saltare in macchina e comportarsi in modo straordinario in modo istantaneo.

Adesso, con maggiore possibilità di integrazione e preparazione, sappiamo di poter contare su Nico perché faccia un lavoro eccellente".