Una volta tanto è Helmut Marko a "tirare il freno" sulle novità Red Bull. Conferma la linea di una RB16B a Imola senza novità sostanziali, dove il direttore sportivo Monaghan ha confermato l'intenzione di introdurre sviluppi in macchina già nel week end del GP dell'Emilia Romagna (prendi nota degli orari del week end). 

E c'è un'area finita in particolare alle attenzioni dei rumours, guarda alla sospensione posteriore, dove Red Bull ha ridisegnato l'installazione e le geometrie dei bracci inferiori per seguire una strada di ispirazione Mercedes. 

Sterzi a parte: F1 a eliminazione diretta

Secondo quanto riportato da Motorsport.com, infatti, allo studio vi sarebbe la creazione di un effetto sterzante, riprodotto lavorando sulla deformabilità dei bracci della sospensione posteriore e il controllo del brake-by-wire tra le due ruote posteriori, senza contravvenire così ai divieti regolamentari su sistemi di quattro ruote sterzanti.

GIà in Bahrain le meraviglie della sospensione

Marko ha smentito (ovviamente) che tale progetto sia in cantiere: "Sono assurdità, abbiamo già utilizzato questa sospensione 'misteriosa' in Bahrain, non è nulla di speciale ma abbiamo dovuto progettarla perché ci serviva una sospensione che lavorasse in modo ottimale per le misure estremamente ristrette e si adattasse all'installazione intorno al motore Honda, più compatto".

AlphaTauri, Tost: "Grandi meriti Honda, AT02 regolarmente da Q3"

Graffi, non ferite profonde

Chi sarà costretta a lanciare nella mischia qualcosa che risollevi la competitività della monoposto  è Mercedes. Tre settimane da Sakhir, più il tempo concesso dai test, dove già si sono palesati i problemi di prestazione al retrotreno: "Non so cosa stia sviluppando Mercedes, noi faremo affidamento sul pacchetto che avevamo in Bahrain e che semplicemente non abbiamo utilizzato al massimo", dice Marko a Sport1. 

"Sto ancora leccando le ferite, a ogni modo sono solo piccoli graffi rispetto alla scorsa stagione. Siamo alla pari con Mercedes e siamo i primi sfidanti, era il nostro obiettivo e siamo assolutamente sulla giusta strada".