A un soffio dalla zona punti ma con la consapevolezza di poterci stare in quella top ten. Alfa Romeo ha ben impressionato in Bahrain e gli avversari la annoverano tra le contendenti del "midfield", a dire di Franz Tost in una condizione superiore ad Aston Martin.

Frederic Vasseur non nasconde la soddisfazione per il rendimento mostrato alla prima gara stagionale, ora è il momento di confermare le impressioni a Imola (leggi gli orari del week end aggiornati) su una pista che lo scorso anno ha visto Raikkonen e Giovinazzi entrambi a punti.

GP Emilia Romagna, Gasly: "A Imola in lotta per punti importanti"

"Abbiamo avuto un valido inizio di stagione ed è una buona base sulla quale costruire, a partire da questo week end. Abbiamo compiuto notevoli passi in avanti sulla prestazione, probabilmente uno dei progressi più ampi dell'intera griglia e siamo adesso nella lotta di metà schieramento.

Però serve arrivare nella top ten per portare a casa i punti, questo dev'essere il nostro obiettivo per Imola. Lo scorso anno ottenemmo il miglior risultato dell'anno e possiamo prenderlo come un elemento incoraggiante, pur sapendo che la forma mostrata nel 2020 è solo un vago indicatore di cosa possiamo attenderci questa volta", analizza.

L'editoriale del direttore: Stivale da corsa sotto i riflettori

Giovinazzi, qualifica cruciale

Il peso specifico della qualifica sarà nettamente superiore rispetto al Bahrain ed è nelle tre eliminatorie che il divario tra squadre all'inseguimento di Red Bull e Mercedes è particolarmente stretto. "Quanto visto in Bahrain ci dà una grande iniezione di fiducia e non vediamo l'ora di scoprire quanto saremo competitivi a Imola.

Sappiamo di poter essere nella lotta ma anche della necessità di correre un week end impeccabile per massimizzare l'esito. Specialmente in qualifica ci sono margini strettissimi tra le squadre di metà schieramento e ogni piccolo dettaglio può fare la differenza. Mi piacerebbe inaugurare il segnapunti a Imola, in casa", dice Antonio Giovinazzi, rallentato in Bahrain da un pit stop da dimenticare, con l'errore dei meccanici al box e un set di gomme con 3 hard e 1 media.

Operazioni che dovranno essere perfette per battere la concorrenza, come sottolinea Raikkonen: "Siamo fiduciosi di poter essere anche a Imola in lotta per i punti, non ci facciamo illusioni che possa essere facile. Abbiamo visto in Bahrain come anche un buon week end non voglia dire un arrivo tra i primi 10. La differenza tra finire appena dietro i top team e fuori dai primi 10 è molto piccola".