Pole position numero 99 per Lewis Hamilton. Un gran giro da parte dell'inglese nelle qualifiche del GP dell'Emilia Romagna, con un 1'14"411 sufficiente per finire davanti alle Red Bull di Perez, 2°, e Verstappen, 3°. Leclerc è 4°, Sainz escluso in Q2.

Hamilton per soli 35 millesimi

Un Q3 molto intenso e combattuto, purtroppo leggermente macchiato dalla questione track limits, con alcuni piloti a cui è stato tolto il tempo. Il più veloce di tutti però è stato comunque Hamilton (almeno una pole su 30 circuiti differenti), che ha battuto Sergio Perez per soli 35 millesimi. Grande prestazione da parte del messicano, che ha battuto anche il compagno di squadra Verstappen, 3° anche se con un distacco molto ridotto di 87 millesimi. Bella prestazione di Leclerc, 4° a 0"329 e davanti a Gasly di 5 centesimi. Sesto tempo per Ricciardo, finito davanti a Norris: Lando, gran protagonista nel sabato pomeriggio imolese, aveva messo a segno un tempo strepitoso che lo avrebbe messo in seconda fila, ma il crono gli è stato cancellato e partirà in quarta fila, affiancato dalla delusione di giornata, Valtteri Bottas. Il finlandese ha rimediato 0"487 di distacco, ed il suo fine settimana adesso si è maledettamente complicato. Quinta fila per Ocon e Stroll, con il canadese che ha chiuso senza tempo dopo che il suo gli è stato cancellato.

Q2: Sainz beffato

Distacchi ridottissimi nel secondo segmento di qualifica, con i quindici piloti racchiusi in meno di nove decimi. Miglior prestazione per Perez seguito da Norris e Leclerc, ma questo perché le Mercedes e Verstappen hanno strappato l'accesso in Q3 con gomma media, e saranno gli unici in top ten domani a scattare domani con la C3. In una sessione molto combattuta, niente da fare per Carlos Sainz, fuori con l'11° tempo con un ritardo di appena 61 millesimi su Stroll (il quale nel suo giro buono è andato al limite della linea bianca alla Piratella). Con lui esclusi Russell, Vettel, Latifi ed Alonso. 


Q1: Yuki, che botto!

Pochi minuti di qualifica e primo colpo di scena, con Yuki Tsunoda che ha perso la macchina alla Variante Alta finendo a sbattere con il retrotreno. Per lui qualifica subito terminata e bandiera rossa, dopo la quale i piloti sono potuti tornare in pista: beffate le due Alfa Romeo, con Raikkonen escluso insieme a Giovinazzi (notevolmente arrabbiato con Mazepin che gli ha rovinato l'ultimo giro buono), Schumacher, Mazepin ed ovviamente Tsunoda. Alonso salvo a discapito di Raikkonen per soli 142 millesimi, da segnalare la Williams che è riuscito ad accedere al Q2 con due vetture, l'ultima volta era accaduto lo scorso anno al GP d'Ungheria.

 

La griglia di partenza

Fila 1: 1.Lewis Hamilton (Mercedes) 1'14"411  2.Sergio Perez (Red Bull) +0"035
Fila 2: 3.Max Verstappen (Red Bull)+0"087  4. Charles Leclerc (Ferrari) +0"329
Fila 3: 5.Pierre Gasly (AlphaTauri)+0"379  6. Daniel Ricciardo (McLaren) +0"415
Fila 4: 7.Lando Norris (McLaren)+0"464 8. Valtteri Bottas (Mercedes) +0"487
Fila 5: 9. Esteban Ocon (Alpine)+0"799 10. Lance Stroll (Aston Martin) (senza tempo)
Fila 6: 11.Carlos Sainz (Ferrari)  12.George Russell (Williams)
Fila 7: 13.Sebastian Vettel (Aston Martin) 14.Nicholas Latifi (Williams)
Fila 8: 15.Fernando Alonso (Alpine)  16.Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)
Fila 9: 17. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) 18.Mick Schumacher (Haas)
Fila 10: 19. Nikita Mazepin (Haas) 20. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)