Luci e ombre per Sergio Perez a Imola. Luci, accese, in qualifica, con il secondo tempo e una prestazione maiuscola al secondo GP. Avrebbe potuto fare meglio e di più Max Verstappen? Probabilmente sì, ma resta il merito dell'aver centrato il giro pulito al pilota messicano.

Sterzi a parte: La Superlega in F.1 c'è da mo'!

Ombre, tante, in gara, dalla partenza a un ritmo mai a sfruttare il potenziale della RB16B, causa gestione delle gomme e mancanza di temperatura, che hanno portato anche errori di guida.

Dalle insidie di Imola a Portimao

C'è ancora da lavorare per Checo, che guarda al GP del Portogallo, pista ancora diversa perché introduce lunghi curvoni veloci, anzitutto. "Imola è un circuito difficile sul quale ottenere il massimo, soprattutto se hai cambiato squadra di recente. In Portogallo spero di essere della partita e tirar fuori tutto dalla macchina. Sappiamo ciò di cui è capace e l'obiettivo è di realizzare il potenziale. La nota positiva è sapere che la velocità c'è, è lì, dobbiamo solo continuare a sviluppare questo stato di forma e compiere un altro passo in avanti".

Di segno opposto è stato il week end in Emilia Romagna di Verstappen, "non ho sfruttato al massimo la prestazione al sabato, quindi è stato assolutamente bello trovarmi a guidare la gara dalla prima curva".

Red Bull mai così bene in avvio

È una Red Bull competitiva ma anche fragile, ed è sull'affidabilità che a Milton Keynes dovranno compiere ancora passi in avanti. "Sono contento di quel che abbiamo nella RB16B, è più veloce, ha più aderenza e un bilanciamento migliore. Abbiamo perso carico con le modifiche al fondo ma penso sia accaduto in misura inferiore rispetto ad altri team, questo dimostra come abbiamo compiuto un buon passo in avanti.

Ufficiale: la F1 approva la Qualifica Sprint

Abbiamo iniziato la stagione competitivi, il miglior inizio che abbiamo mai avuto da quando sono in squadra, è una stagione lunga e se vorremo lottare per il campionato dobbiamo continuare a migliorare", prosegue Verstappen.

Obiettivo doppietta in Portogallo, con Perez a riconoscere l'"occasione mancata a Imola, penso avremmo dovuto terminare primo e secondo, speriamo di riuscirci il prossimo week end".

Mentalità (e macchina) vincenti

La prospettiva completamente diversa in questo 2021, per Red Bull, è nell'approccio alle gare consapevoli di avere una monoposto vincente in tutte le condizioni, che Verstappen speiga: "Finora abbiamo sempre sentito la presenza di una opportunità di vittoria a ogni week end di gara, è come una diversa predisposizione mentale ora, sapendo di poter lottare per la pole e la vittoria. 

Non vedo l'ora di tornare in Portogallo, dove lo scorso anno siamo stati sul podio e, con una macchina migliore adesso, non vedo l'ora di sfruttare tutto il potenziale e divertirci".