A Portimao per concretizzare e, nel caso di Antonio Giovinazzi, superare la cattiva sorte che lo ha rallentato a Imola. Alfa Romeo ha il potenziale per correre in zona punti, risultato centrato da Kimi Raikkonen nell'ultimo GP, salvo essere penalizzato - e scalare in 13° posizione - per essersi trovato fuori posizione alla ripartenza dopo la fase di Safety Car.

Ufficiale: la F1 approva la Qualifica Sprint

Il GP del Portogallo e il successivo in Spagna, a 7 giorni di distanza, portano la Formula 1 su piste da prestazione in curva, diverse per le caratteristiche delle lunghe e veloci pieghe come dell'asfalto, con Portimao un anno fa particolarmente difficile quanto a livelli di aderenza.

"Ci avviciniamo a queste due gare con la fiducia di poter produrre buone prestazioni e la determinazione a recuperare dalle circostanze che ci hanno impedito di ottenere punti nelle prime due uscite della stagione", dice Vasseur: "Sappiamo che avremmo potuto e dovuto avere due macchine in top ten per meriti, l'ultima volta, non è una consolazione, poiché è il risultato che conta". 

Giovi fermato da una visiera a strappo

A Imola, Antonio Giovinazzi era in corsa per la zona punti ma è bastato un dettaglio a estrometterlo dai giochi, obbligandolo al passaggio dai box per risolvere un potenziale problema ai freni: "Non vedo l'ora di tornare in macchina per le gare in Portogallo e Spagna. Sento assolutamente che non abbiamo raccolto ciò che meritavamo nei primi due GP, siamo stati tremendamente sfortunati, soprattutto a Imola, dove saremmo stati in corsa per il nono e decimo posto se non fosse stato per una visiera a strappo rimasta bloccata nella presa dei freni".

Sterzi a parte: La Superlega in F.1 c'è da mo'!

C'è fiducia in Alfa Romeo, che Antonio rilancia: "Sappiamo di essere in una lotta serrata e di essere in grado di portare a casa dei risultati davvero buoni se avremo fortuna".

Gli equilibri possono variare con distacchi così contenuti, dietro un duo McLaren-Ferrari che può contare su un relativo vantaggio rispetto ad AlphaTauri, altra "incompiuta" dopo due Gran Premi: potenziale altissimo, episodi vari a limitarne il risultato. 

Kimi, Alfa alla pari nel midfield

Alpine, Alfa Romeo, una Aston Martin, la stessa Alpha Tauri, tutte in corsa per arrivi regolarmente in top ten: "Non siamo lontanissimi, siamo perfettamente in mezzo e potremo lottare con chiunque a metà gruppo se faremo correttamente il nostro lavoro e avremo un po' di fortuna, che finora ci è mancata.

Lo scorso anno corsi un primo giro divertente in Portogallo, ma non ci penserò: alla fine non conta come inizi una gara ma dove la finisci e dovremo concluderla nella top ten per centrare il nostro obiettivo". Saggezza di Raikkonen.