In una stagione ordinaria, da sviluppi tecnici continui, l'avvio di campionato prodotto da Mercedes e Hamilton, nelle condizioni in cui si è trovata dai test la W12, avrebbe dell'eccellente. Perché tra Bahrain ed Emilia Romagna sono arrivati una vittoria e un secondo posto, niente male per un progetto che deve inseguire su più aree della prestazione.

GP Portogallo, Perez: Red Bull a Portimao per la doppietta

Ma il 2021 non è una stagione ordinaria, tra limitazioni al budget e il 2022 da curare con attenzione, programmare e portare avanti nel suo sviluppo. Riguadagnare la supremazia solita Mercedes stavolta non sembra essere un compito immaginabile, più facile che le differenze con Red Bull, variabili nella portata del cronometro - tra qualifica e gara -, continuino nell'arco dell'anno.

Imola da montagne russe

Il risultato di Imola, per Mercedes e Hamilton, non avrebbe potuto essere migliore dopo quanto accaduto alla Tosa. "E' stata una gara pazza, una di quelle che resta a lungo nella memoria. Ci sono stati così tanti alti e bassi, e ci sono stati alcuni momenti nei quali è sembrato che non avremmo ottenuto alcun punto. È stato un giro sulle montagne russe dell'emozioni, dalla delusione per lo spaventoso incidente di Valtteri al brivido della rimonta di Lewis.

Ripartire con la leadership nei due campionato è quasi come pescare la carta 'esci gratis di prigione', poiché i nostri avversari non hanno massimizzato l'opportunità che gli abbiamo offerto. Questo dimostra la stagione sfidante che abbiamo davanti e quanto in fretta le cose possono cambiare in F1", ammette Toto Wolff.

L'editoriale del direttore: Max vs Lewis sfida totale anche tra Case

Portimao e il tema gomme

Il Gran Premio del Portogallo sarà la terza verifica del rapporto di forza tra Red Bull e Mercedes, con un tema di gestione della gomma che si preannuncia fondamentale. "Lo scorso anno abbiamo visto sia in qualifica che nei giri iniziali della gara come far funzionare bene le gomme non fosse facile. È una pista ancora piuttosto nuova per tutti, dovrebbe rendere le cose interessanti e far sì che nell'arco del week end impareremo di continuo".

McLaren e Ferrari vicine?

Sebbene per le condizioni particolari, l'avvio su pista umida, lo scorso anno in battaglia emersero anche altri nomi, squadre che Wolff immagina possano avvicinare Mercedes e Red Bull anche dal prossimo venerdì: "Ci aspettiamo un'altra battaglia serrata con Red Bull e tanto McLaren quanto Ferrari potrebbero essere in partita. Vedremo come si svilupperanno le cose".