Sarà Valtteri Bottas a scattare davanti a tutti nel GP del Portogallo. Prima pole position stagionale per il finlandese, che ha battuto Hamilton e Verstappen, rispettivamente al 2° e 3° posto. Sainz è 5°, Leclerc 8°.

Valtteri in pole per appena 7 millesimi

Il finlandese della Mercedes ha fernato il cronometro sull'1'18"348 al primo tentativo, e tanto è bastato per fare meglio di Hamilton. Nel secondo run le W12 hanno montato entrambe gomma media, ma nessuno dei due piloti di Toto Wolff è riuscito a migliorare. Verstappen invece si è fermato a 398 millesimi, ed ha ragione ad essere deluso: nel primo tentativo si è visto togliere un tempo che lo avrebbe proiettato in pole, nel secondo ha dovuto pensare a non sbagliare (senza tempo sarebbe partito decimo), ed in più si è trovato una vettura a disturbarlo in uscita dall'ultima curva (era Vettel). L'olandese dunque ha dovuto accontentarsi della seconda fila al fianco di Perez (+0"542 per il messicano). Buona prova da parte di Sainz, 5° a 0"691 e più rapido di Ocon per appena 3 millesimi. In quarta fila Norris (+0"768) e Leclerc (a 958 millesimi), mentre in quinta ecco Gasly (+1"027) e Vettel (1"485 il suo ritardo). Per quanto riguarda il tedesco, non buono il suo giro veloce in Q3, ma almeno il tedesco è tornato a sorridere centrando la top ten per la prima volta in questa stagione.

1 maggio: dolce rivivere Ayrton Senna

Q2: Russell ad un passo dall'impresa

Un Q2 combattutissimo, e che si è chiuso con un George Russell ad un passo dall'impresa: il numero 63 ha portato la Williams all'11° posto, ad appena 57 millesimi dall'ultima posizione valida per la top ten, ottenuta da Gasly. Insieme all'inglese fuori nell'ordine Giovinazzi, Alonso (nuovamente battuto da Ocon), Tsunoda e Raikkonen. Così come le Mercedes e Verstappen, Leclerc è riuscito a qualificarsi con la gomma media, obiettivo non raggiunto da Sainz, che ha messo a segno il proprio miglior crono in Q2 con la morbida.

I passi gara del venerdì


Q1: Ricciardo fuori a sorpresa

In una pista in continua evoluzione, la vittima è stata Daniel Ricciardo, clamorosamente escluso con il 16° tempo. Delusione anche per Stroll, 17° e davanti a Latifi, Schumacher e Mazepin, esclusi pure loro. Tra i big, da segnalare un testacoda in uscita di curva 4 di Sergio Perez.

La griglia di partenza

Fila 1: 1.Valtteri Bottas (Mercedes) 1'18"348 2. Lewis Hamilton (Mercedes) +0"007
Fila 2: 3.Max Verstappen (Red Bull)+0"398  4. Sergio Perez (Red Bull) +0"542
Fila 3: 5.Carlos Sainz (Ferrari) +0"691   6. Esteban Ocon (Alpine) +0"694
Fila 4: 7.Lando Norris (McLaren)+0"768  8.Charles Leclerc (Ferrari) +0"958
Fila 5: 9.Pierre Gasly (AlphaTauri)+1"027   10. Sebastian Vettel (Aston Martin) +1"485
Fila 6: 11.George Russell (Williams) 12. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
Fila 7: 13.Fernando Alonso (Alpine)  14. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)
Fila 8: 15.Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) 16. Daniel Ricciardo (McLaren)
Fila 9: 17.Lance Stroll (Aston Martin) 18. Nicholas Latifi (Williams)
Fila 10: 19.Mick Schumacher (Haas) 20. Nikita Mazepin (Haas)