Fin qui, la sua peggior giornata da ferrarista. Carlos Sainz è ovviamente deluso dall'11° posto al GP del Portogallo, terminato per lui con una delusione dopo una bella qualifica. La chiave è stata nelle gomme, in particolare le medie.

Hamilton: "Ho capito quando attaccare Max"


Il tentativo di undercut, poi la fine

Ai microfoni di Sky, lo spagnolo della Ferrari ha spiegato cosa non ha funzionato: "E' andato tutto bene fino al giro 24, poi quando ho montato la media per tentare l'undercut su Norris, abbiamo subito cominciato a soffrire il graining quando mancavano ancora tanti giri, ho spinto tantissimo per vedere se riuscivamo a passare Lando, ma da lì in poi il graining è stato eccessivo. Ho sofferto anche tanto sottosterzo ed abbiamo cominciato a perdere posizioni. Non ci aspettavamo una performance così sulla media, fare per bene i primi giri su un pneumatico è sempre importante, non bisogna spingere troppo, era rischioso spingere subito forte per provare l'undercut, anche se per poco non ci siamo riusciti. Questo sforzo ci ha portato ad avere tanto sottosterzo e da lì in poi ho finito la gomma davanti, andando sempre più indietro. Non ci aspettavamo di avere così tanto graining, e non ci aspettavamo che fosse così difficile gestire la media".

Rivivi la domenica di Portimao


Serve imparare

Carlos comunque resta positivo per le prossime gare: "Io sono molto critico, e devo dire che non è stata una gara buona. Avevamo tutto per fare una bella corsa e finire tra i primi cinque, abbiamo avuto il passo tutto il fine settimana. Purtroppo abbiamo sbagliato nei punti critici e da qui dobbiamo imparare, capire cosa abbiamo sbagliato e tornare più forti. Questa parte di stagione serva proprio a capire tutto su gomme e macchina insieme alla squadra, sono sicuro che impareremo".