Fuori Montreal, dentro Istanbul. Il GP di Turchia quale sostituto di un GP del Canada ancora costretto al rinvio, causa limitazioni all'accesso nel Paese per il contenimento della pandemia.

Una certezza relativa, quella del ritorno della Formula 1 in Turchia, durata meno di due settimane, fino alle problematiche sorte con l'inserimento del Paese nella lista stilata nel Regno Unito degli Stati al rientro dai quali sarà obbligatorio osservare un periodo di quarantena.

GP di Turchia e soluzioni alternative

Nel week end del GP di Spagna si è discusso dello scenario imprevisto in occasione dell'annuncio del 28 aprile, l'avvicendamento Canada-Turchia in calendario. Dopo una prima fase nella quale tra le soluzioni possibili si era paventata la possibilità di un cambio di date tra GP d'Azerbaijan e Turchia, correndo prima a Istanbul e poi a Baku, sono circolati i rumours di una possibile opzione Mugello, Hockenheim o, da ultimo, un duplice GP in Austria.

Secondo quanto riporta la giornalista di DAZN Spagna, Noemi De Miguel, il calendario vedrà invece l'uscita dell'appuntamento in Turchia senza che venga rimpiazzato. Così si passerebbe dai 23 Gran Premi in programma a 22 eventi.