GP Francia, Sainz: "Importante avere la concentrazione giusta per 3 gare di fila"

GP Francia, Sainz: "Importante avere la concentrazione giusta per 3 gare di fila"© Getty Images

Lo spagnolo ha spiegato di aver chiuso con frustrazione il fine settimana di Baku, dopo il quale ha cercato di rilassarmi in vista dell'imminente trittico per il quale secondo lui serve molta concentrazione

Matteo Novembrini

17 giugno

L'errore di Baku è alle spalle, ora Carlos Sainz guarda avanti. Sarà improbabile rivedere i valori in campo degli ultimi due appuntamenti al GP Francia, ed infatti lo spagnolo ha guardato soprattutto alla battaglia del centro gruppo, con la McLaren ma non solo.

Esclusiva: Ferrari segretissima

Relax dopo la delusione di Baku

Lo spagnolo della Ferrari ha detto innanzitutto di essersi preparato mentalmente alle tre corse di fila che aspettano la F1, cercando di fare il pieno di energie: "Ho provato a riposarmi ed a rilassarmi in vista di questo trittico, è molto importante trovare la concentrazione per affrontare tre gare consecutive. La vettura a Baku era molto buona, l'Azerbaijan penso abbia rispecchiato i risultati in gara che abbiamo visto anche in altri GP. Personalmente è stato probabilmente il weekend più frustrante della stagione finora, perché non sono riuscito a fare il massimo né sabato né domenica. Ho lasciato Baku piuttosto frustrato. Complessivamente è stato un fine settimana positivo per la squadra, è stato bello risultare competitivi anche su una pista con poco carico aerodinamico e lunghi rettilinei. In qualifica siamo riusciti a mettere sotto pressione i primi, ma in gara siamo tornati dove ci aspettavamo di essere prima dell'inizio del weekend".

Verstappen: "Pirelli vaga, non può dare la colpa a noi"

Al Paul Ricard gruppo di mezzo serrato

In Francia Sainz ha detto di aspettarsi qualcosa di diverso: "Qui in Francia la gestione delle gomme cambierà, credo che la finestra di funzionamento sarà differente e non mi aspetto di vedere la concorrenza così in difficoltà sotto questo aspetto come in Azerbaijan. Per noi il portare subito in temperatura i pneumatici è stato un punto di forza in qualifica. Mi aspetto un quadro simile a due settimane fa in gara, il che significa lottare con McLaren, Alpine, AlphaTauri eccetera. La McLaren con il motore Mercedes è molto forte, hanno tanta potenza a disposizione. Noi abbiamo dimostrato di essere molto competitivi nelle curve a velocità medio-bassa, credo che non sarà una battaglia facile".

Bottas e le voci di addio alla Mercedes: "Le solite speculazioni"

Leclerc uno stimolo

Oltre al confronto con le altre squadre, a stimolare il figlio d'arte è anche il confronto interno con Charles Leclerc. In un'intervista di questi giorni concessa alla BBC, lo spagnolo ha parlato proprio del compagno di squadra: "La scelta della Ferrari è come un sogno che si avvera. Sapevo che sarebbe stato complicato confrontarmi con Leclerc, a questo ci ho pensato, ma al primo incontro con Mattia Binotto ho capito che avrei avuto le stesse opportunità di Charles. Punto sul mio talento e la mia etica del lavoro, per questo mi aspetto di essere in futuro più vicino e poi anche davanti a lui. Essere compagno di Leclerc è stata una delle motivazioni principali che mi hanno spinto alla Ferrari. E' uno dei maggiori talenti dell'attuale F1, forse il migliore, e credo che sia il più forte sul giro secco. Ma non parlo solo di pura velocità, ha anche un'ottima etica del lavoro, sa fare squadra, ha tante qualità che lo rendono un pilota così forte". 

Aston Martin, arriva Luca Furbatto

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi