Arrivano al Gran Premio di casa nelle migliori condizioni possibili, in Red Bull. La leadership nei due campionati, la dimostrazione di forza prodotta a Le Castellet - per velocità e scelte strategiche -, la compattezza di una formazione che può contare finalmente anche su un secondo pilota di livello, cruciale in ottica mondiale Costruttori.

Che fosse solo una superiorità in rettilineo dettata dalla flessibilità dell'ala posteriore, la prestazione della RB16B, è stato smentito dai fatti del GP di Francia: Verstappen rapidissimo nel settore centrale, dominato dal Mistral.

Sterzi a parte: Honda come Leonardo Da Vinci!

Un anno fa, a Spielberg, "gara-1" Max corse negli scarichi delle Mercedes, finché non arrivarono i problemi elettrici a fermare la monoposto. Oggi, il motore è uno dei punti forti della RB16B. Lecito pronosticarla favorita.

Max diplomatico 

"Non vedo l'ora che arrivi il GP d'Austria, primo perché è un po' come un Gran Premio di casa. In passato abbiamo ottenuti buoni risultati ma non è una garanzia che ci ripeteremo", dice un Verstappen per forza cauto.

"Dovremo nuovamente preparare la macchina bene e leggere altrettanto bene le condizioni che avremo. Non so come sarà il tempo, non vedo l'ora di correrci. Di certo mi aspetto sia una lotta serrata ancora una volta, capiremo dove siamo una volta lì".

Leggi anche - Horner: "In Francia la rivincita di Barcellona, presto quella sull'ala..."

Storicamente è una gara impegnativa sulla gestione gomme, perché spesso con alte temperature dell'asfalto. Ecco, sul fronte meteo sarà da seguire l'evoluzione delle previsioni, che potrebbero stravolgere il quadro e portare un week end sul bagnato, dalle primissime (e premature) indicazioni.

Lewis: basta errori

Alla velocità di punta Red Bull guarda anche Hamilton, per chiedere la perfezione assoluta al team. Nel preparare la monoposto e nel gestire le chiamate al box.

"E' un circuito di motore con quei lunghi rettilinei. E' chiaro che potremmo vedere qualcosa di simile a questo fine settimana, con la velocità in rettilineo che ha la Red Bull. Però abbiamo 3 giorni per provare a vedere se saremo in grado di apportare eventuali modifiche e miglioramenti. Forse, se saremo in grado di massimizzare assolutamente ogni aspetto, forse potremo sfidarli".