Vita dura al Red Bull Ring per la Ferrari. Soprattutto per Carlos Sainz, eliminato in Q2, partirà 12° e dietro anche alla Williams di Russell. Leclerc trova la Q3 ma resta il tratto condiviso della SF21 in difficoltà nei confronti di squadre come McLaren e AlphaTauri, in grandissima forma sugli allunghi e le pighe rapide e veloci del GP di Stiria.

Arriva come un risultato "messo in conto", l'uscita in Q2 per Carlos: "Dopo quello che abbiamo visto ieri sì, mi aspettavo di fare fatica.

Abbiamo visto che ci sono altri molto più competitivi di noi, qui siamo molto lontani da McLaren e AlphaTauri, anche Alpine sembra molto competitiva".

Cambiare segno in gara

L'auspicio è di vivere un GP di Stiria dall'andamento inverso a quanto scritto lo scorso week end in Francia, dove la qualifica scrisse valori bugiardi rispetto al rendimento in gara della SF21. Il giro cancellato in Q2 a Sainz non avrebbe comunque spostato gli equilibri della qualifica e, nell'analisi della propria prestazione rispetto a Leclerc, Carlos aggiunge: "Eravamo io e Charles, mezzo decimo di differenza, su o giù, non c'era molto di più in Q2. Sono molto sorpreso, speriamo domani che in gara non ci sia la tendenza di andare indietro ma a migliorare".

Un po' di carico in più

GP di Stiria condizionato dalla pioggia? È uno scenario possibile e potrebbe aiutare la Ferrari, in deficit di prestazione sul dritto. Resta poi il tema caldo della gestione gomme in gara, sebbene i riscontri del venerdì abbiano detto bene alla SF21 e lascino sperare in un altro svolgimento rispetto al GP di Francia. 

L'esperienza maturata lo scorso week end ha guidato anche le scelte d'assetto, tuttavia le differenze tra le due configurazioni d'ala possibili non erano tali da cambiare volto al risultato della qualifica: "Pensiamo che possa piovere. Dopo il degrado della gomma al Paul Ricard abbiamo deciso di caricare un po' di più l'assetto, sinceramente non è che con l'altra ala saremmo stati molto più veloci.

Il salto che c'è tra noi, AlphaTauri e McLaren è molto grande e non cambia la vita un'ala".

I tempi delle qualifiche