Un senso di impotenza che traspare dalle parole di un Lewis Hamilton 2° e mai in grado di impensierire Max Verstappen. La classifica adesso dice -18, un distacco assolutamente non incolmabile, ma a preoccupare l'inglese della Mercedes sono le prestazioni della Red Bull.

Gara solitaria

E' questo che traspare dalle dichiarazioni a fine gara del numero 44: "La mia è stata una gara solitaria, ho cercato di tenere il passo della Red Bull, ma hanno una velocità incredibile. Continuano a fare miglioramenti, è evidente che ne abbiano fatti nelle ultime gare e per noi al momento è impossibile tenere il loro passo. Non so dove continuiamo a perdere tempo, ma loro nei long run vanno meglio. Continuano a inanellare giri veloci uno dopo l'altro e in rettilineo perdiamo tanto. C'è del lavoro da fare, ma abbiamo comunque fatto buoni punti come team.
Per il campionato cerco di non preoccuparmi, però loro sono semplicemente più veloci in questo momento, non è che io possa farci molto. Devo fare il lavoro migliore possibile ogni weekend e dobbiamo trovare un po' di prestazione. Servono aggiornamenti di qualche tipo, non so dove, ala posteriore, motore o qualunque altra componente, ma di certo dobbiamo recuperare il terreno che abbiamo perduto".