Il momento è sicuramente positivo, ma Max Verstappen non si fida di due clienti molto difficili come Lewis Hamilton e la Mercedes. L'olandese della Red Bull si sta affacciando alla nona prova del mondiale 2021 da leader della classifica con 18 punti di margine sull'inglese, ma è decisamente troppo presto per iniziare a fare calcoli.

Mondiale lungo

Nonostante la superiorità della domenica, Verstappen ha mostrato molta cautela in vista del GP Austria: "La stagione è ancora lunga, dobbiamo rimanere concentrati e non guardare troppo indietro. Torniamo al Red Bull Ring, ma abbiamo gomme più morbide e, a seconda del meteo, la gara può essere una sfida ancora più grande. Anche gli altri hanno disputato un intero weekend di gara qui e penso abbiano tratto degli insegnamenti".

Niente più sgasate

Sul burnout sulla linea del traguardo nella gara scorsa, costato una tirata d'orecchie da parte di Michael Masi, il quale ha promesso sanzioni nel caso il gesto si ripeta, Verstappen ha risposto con un sorriso, ma garantendo di non cadere più in tentazione: "Magari la prossima volta faccio qualche donuts... Scherzi a parte, capisco la preoccupazione per la sicurezza. Io mi sono portato tutto a destra ed ho guardato gli specchietti, erano tutti a sinistra, ed il burnout l'ho appena accennato. Ma se non vogliono che si faccia, non lo farò più".