Patente a punti: Masi non demorde, a rischio Norris e Perez

Patente a punti: Masi non demorde, a rischio Norris e Perez© LAPRESSE

Nell'ultimo fine settimana sono stati assegnati ben 19 punti di penalizzazione ai piloti, per un sistema criticato da alcuni addetti ai lavori ma difeso da Michael Masi

Matteo Novembrini

6 luglio

Patente a punti, in F1 come nella vita. E chi sbaglia troppo, paga. La pioggia di penalità cui abbiamo assistito nel GP Austria ha smosso una vecchia discussione sul sistema che ormai da svariate stagioni regola il Circus, un sistema che nonostante alcune richieste di revisione è stato difeso da direttore di gara Michael Masi. E restando così la situazione, ci sono due piloti che devono fare particolare attenzione alla loro patente: sono Lando Norris e Sergio Perez.

Masi difende la patente a punti

Masi ha difeso la linea della patente a punti (chi arriva a 12 nel giro di un anno salta un GP per squalifica), non reputando severe le sanzioni dei commissari, che nella seconda gara in Stiria sono arrivati ad assegnare 19 punti di penalità complessivi. "Succede anche nella vita di tutti i giorni - ha detto Masi -, in molti Paesi c'è una patente a punti che può portare alla sospensione della licenza. Non penso sia un sistema troppo severo, ne abbiamo parlato con i team e non cambieremo le regole, soprattutto in corso d'opera. Il regolamento è questo ed i commissari continueranno a svolgere il loro dovere seguendo le attuali normative".

Norris deve stare attento

Lando Norris domenica scorsa ha rimediato 2 punti sulla patente per aver portato fuori pista Perez, il quale a sua volta ne ha rimediati 4, 2 per ognuna delle manovra che hanno portato Leclerc sulla ghiaia. L'inglese ed il messicano sono i piloti più esposti e non possono sbagliare ancora. Lando ha al momento 10 punti sulla patente, ed anche se tra pochi giorni scaleranno ad 8 (gli verranno tolti i 2 punti rimediati al GP Stiria 2020 per sorpasso con bandiera gialla) resterà con questa cifra fino al 14 novembre, dunque per i prossimi quattro mesi avrà solo 3 punti di margine per evitare la sospensione da un GP. Perez attualmente è a quota 8, con un punto che gli verrà tolto il 16 agosto ed un altro ancora l'11 settembre. Il messicano insieme a Vettel e Latifi è quello che ne ha rimediati di più in questa stagione, ben 6, per cui dovrà stare attento a non prendere troppe penalità nel giro di un anno. Anche Russell e Raikkonen ne hanno 6, ma entrambi vedranno toglierne qualcuno a breve.
Penalty points: la situazione
Norris - 10
Perez - 8
Russell - 6
Vettel - 6
Raikkonen - 6
Latifi - 6
Giovinazzi - 5
Mazepin - 5
Stroll - 4
Tsunoda - 4
Leclerc - 3
Bottas - 2
Hamilton - 2
Ricciardo - 1
Ocon - 1
Sainz - 1
Gasly - 1

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi